Roger Federer: "Quando sei giovane, non devi stressarti per ogni cosa"



by   |  LETTURE 1941

Roger Federer: "Quando sei giovane, non devi stressarti per ogni cosa"

Il 2020 ha rappresentato un assaggio per i fan di un circuito privo di Roger Federer. Il 39enne di Basilea ha infatti disputato un solo torneo ufficiale quest’anno, gli Australian Open, dove ha raggiunto le semifinali anche con un pizzico di fortuna.

Due interventi chirurgici al ginocchio destro hanno indotto il fenomeno svizzero a chiudere anzitempo la sua stagione e a prendersi tutto il tempo necessario per recuperare fisicamente. L’ex numero 1 del mondo farà il suo ritorno in campo a Melbourne nel 2021, ma i suoi principali obiettivi saranno Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, slittate di dodici mesi a causa della pandemia globale.

Il 20 volte campione Slam ha avuto una carriera straordinariamente longeva, impreziosita da innumerevoli trionfi e record. È bene ricordare che anche un talento innato come Federer ha impiegato molto tempo per diventare uno dei più grandi atleti di ogni epoca.

In una recente intervista concessa a Courts Mag, è stato domandato a Roger quale consiglio avrebbe dato a se stesso quando aveva 20 anni.

Federer: "Goditi il viaggio"

“Gli avrei detto: ‘Ehi, non preoccuparti Roger, c’è tempo” – ha risposto l’otto volte campione di Wimbledon.

Federer ha sottolineato l’importanza di avere il giusto approccio nei primi anni del circuito. “Allo stesso tempo, è necessario anche muoversi velocemente. Quando sei giovane, pensi spesso che tutto debba accadere rapidamente, perché non avrai abbastanza tempo.

Se ti fermi e ci rifletti sopra, ti rendi conto che in realtà hai tanto tempo davanti a te. Prenditi il tuo tempo, allenati, non stressarti per ogni cosa. Credo che sia importante godersi il viaggio. Non stressarti troppo a rimuginare su ogni singolo dettaglio” – ha aggiunto.

Grazie al nuovo sistema di ranking indotto dalla pandemia, Roger ha mantenuto un posto nella Top 5, il che gli consente di evitare di incontrare un Top 10 prima dei quarti di finale agli Australian Open. Senza la classifica biennale, Federer sarebbe sprofondato intorno alla 29ma posizione ATP (recentemente sono arrivate le critiche del vicepresidente della federazione tedesca Dirk Hordorff).