Coach ATP: "Il comportamento di Roger Federer è stato irresponsabile"



by   |  LETTURE 25580

Coach ATP: "Il comportamento di Roger Federer è stato irresponsabile"

Come tutti sappiamo, Roger Federer non disputa un torneo ufficiale dagli Australian Open, complice una doppia operazione al ginocchio destro che lo ha tenuto fermo per il resto della stagione. Il fenomeno di Basilea ha deciso di prendersi tutto il tempo necessario per recuperare la miglior forma, evitando di forzare il rientro e di pregiudicare magari l’ultima fase della sua carriera.

L’ex numero 1 del mondo tornerà in campo agli Australian Open 2021, che – secondo quanto riferisce L’Equipe – dovrebbe iniziare l’8 febbraio per consentire ai giocatori di arrivare in Australia ed effettuare la quarantena.

Pur essendo rimasto lontano dal tour per circa 11 mesi, il 20 volte campione Slam ha mantenuto un posto nella Top 5 grazie al nuovo sistema di ranking introdotto a causa della pandemia. Roger ha infatti conservato la maggior parte dei punti guadagnati nel 2019, dove ha raggiunto la semifinale al Roland Garros e la finale a Wimbledon.

Non c’è dubbio che Federer sia stato tra i maggiori beneficiari della nuova classifica. Intervenuto nel podcast di Tennisnet, Dirk Hordorff, vicepresidente della federazione tedesca e coach di Ricardas Berankis, ha accusato la leggenda svizzera di aver sfruttato la sua posizione all’interno del Players Council per tutelare i propri interessi.

Hordorff: "Federer è stato irresponsabile"

“Roger Federer ha spinto affinché venisse modificato il sistema di classifica per proteggersi. Il suo comportamento è stato irresponsabile e assolutamente sbagliato” – ha sentenziato Hordorff.

“A mio avviso, ha approfittato della sua posizione nel Players Council. Va chiarito che – senza la riforma del ranking – Roger Federer non sarebbe rimasto tra i primi 50 ATP. Non è logico che il Masters, che rappresenta comunque il 19° torneo della stagione, rimanga valido per due stagioni” – ha aggiunto.

L’analisi di Hordorff non è del tutto condivisibile. Un recente studio - che tiene conto dei soli punti guadagnati durante il 2020 – ha evidenziato come Federer si troverebbe intorno alla 29ma posizione senza il beneficio del ranking biennale. Il 39enne elvetico ha totalizzato 720 punti grazie alla semifinale centrata a Melbourne.