Roger Federer: "Negli Slam è più difficile giocare con un infortunio"



by   |  LETTURE 2157

Roger Federer: "Negli Slam è più difficile giocare con un infortunio"

Il fisico di Roger Federer ha mostrato segni di cedimento nel 2020, obbligando il 20 volte campione Slam a subire ben due interventi al ginocchio destro (uno a febbraio e l’altro a giugno) che lo hanno messo ko per quasi tutta la stagione.

Il fenomeno svizzero dovrebbe rientrare in campo agli Australian Open 2021, dopo aver incassato l’aggancio di Rafael Nadal a quota 20 titoli dello Slam. Sarà la seconda volta negli ultimi cinque anni che l’ex numero 1 del mondo tornerà a giocare dopo svariati mesi di stop.

Era già accaduto nel 2017, quando riuscì nella straordinaria impresa di aggiudicarsi gli Australian Open nonostante avesse saltato buona parte del 2016. Molti dei suoi fan sperano che il miracolo possa ripetersi, benché siano trascorsi quattro anni e il livello dei Next Gen si sia ulteriormente innalzato nel 2020.

Nel corso di una lunga intervista a Courts Mag, il 39enne di Basilea ha spiegato quanto sia importante per ogni atleta ascoltare i segnali del proprio fisico e sapere quand’è il momento giusto per prendersi una pausa.

Federer: "È fondamentale valutare bene gli infortuni"

“Finché sei sicuro che l’infortunio non possa peggiorare, vale la pena giocare. Se sei consapevole che – giocando – puoi provocarti un serio infortunio e che potresti danneggiare il resto della tua carriera, allora non ha senso continuare” – ha dichiarato Federer.

“La maggior parte delle volte sono del parere che sia giusto provarci. Magari anche l’avversario non si sente benissimo, o inizia piovere e il match viene rinviato al giorno dopo, ci sono vari fattori da considerare.

La cosa più importante è capire quanto sia grave il tuo infortunio” – ha precisato. Roger ha affermato però che negli Slam diventa più difficile mascherare eventuali guai fisici. “Il problema è che quando giochi partite al meglio dei cinque set con un infortunio, è verosimile che il dolore aumenterà con il passare dei turni.

Ecco perché si sente dire spesso che non puoi vincere uno Slam durante la prima settimana, ma puoi sicuramente perderlo”.