Smith: "Roger Federer è l'unico che avrebbe vinto anche con la racchetta di legno"



by   |  LETTURE 2868

Smith: "Roger Federer è l'unico che avrebbe vinto anche con la racchetta di legno"

Il dibattito relativo al GOAT si è improvvisamente riacceso negli ultimi due mesi, soprattutto dopo l’ennesimo trionfo di Rafael Nadal al Roland Garros, che ha permesso al fenomeno spagnolo di eguagliare il record dell’eterno rivale Roger Federer a quota 20 titoli Slam.

Il numero 1 del mondo Novak Djokovic, che quest’anno ha vinto gli Australian Open, è distante solo tre lunghezze. Grazie al nuovo sistema di ranking, il serbo ha inoltre ottime chance di superare il record di Federer di settimane in vetta alla classifica ATP.

Il 2020 non è stato un anno fortunato per il 39enne di Basilea, che ha disputato un solo torneo ufficiale prima di sottoporsi a ben due operazioni al ginocchio destro. Lo svizzero dovrebbe fare il suo ritorno in campo agli Australian Open 2021, anche se i suoi principali obiettivi saranno Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo la prossima estate.

Nel corso di una recente intervista, l’ex campione di Wimbledon e degli US Open Stan Smith non ha avuto dubbi nell’identificare Federer come il più grande tennista di ogni epoca.

Smith: "Nadal e Djokovic sono sullo stesso piano"

“Nella mia classifica dei più grandi di sempre c’è Roger Federer al primo posto, seguito da Rod Laver.

Poi vengono Rafael Nadal e Novak Djokovic sullo stesso piano, Pete Sampras e Bjorn Borg” – ha dichiarato Smith, noto anche per la sua iconica linea di scarpe Adidas. Il 73enne ritiene che Federer sarebbe l’unico giocatore che avrebbe espresso un gran tennis anche con le racchette di legno.

“Il gioco era meno potente e più lento. Se non colpivi la palla al centro del piatto corde, erano guai. Penso che l’unico che avrebbe avuto lo stesso successo sarebbe stato Roger Federer. Gioca pulito come noi” – ha spiegato.

Smith ha infine ammesso di essere rimasto stupito da Jannik Sinner: “L’ho visto giocare a New York e a Parigi, mi ha impressionato. Ora ha vinto il suo primo titolo, dovrà stare attento a gestire la pressione. La testa è tutto nel tennis”.