Thiem: "Roger Federer, Nadal e Djokovic lasceranno un'eredità importantissima"



by   |  LETTURE 2835

Thiem: "Roger Federer, Nadal e Djokovic lasceranno un'eredità importantissima"

Le ATP Finals non si sono concluse nel modo migliore per Dominic Thiem, che si è arreso in finale a Daniil Medvedev con il risultato di 6-4 6-7 4-6 domenica alla O2 Arena di Londra. Dopo la sconfitta, l’austriaco ha parlato con i media della sua stagione, di come abbia gestito la pressione negli ultimi mesi e del tentativo di sovvertire il dominio di Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic.

I Big 3 hanno monopolizzato il tennis maschile nell’ultimo decennio e mezzo, ma il numero 3 del mondo ritiene che gli appassionati abbiano bisogno di alternative credibili dopo il loro ritiro. Nel 2020 abbiamo assistito ai trionfi di Nadal e Djokovic rispettivamente al Roland Garros e agli Australian Open, mentre Thiem è diventato il primo giocatore nato negli anni ’90 a vincere uno Slam aggiudicandosi gli US Open.

In conferenza stampa, il pupillo di Nicolas Massu ha fatto il punto della situazione prima di staccare la spina.

Thiem: "Dobbiamo raccogliere l'eredità dei Big 3"

“Credo che sia molto importante per lo sport, dato che Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic e persino Andy Murray hanno fatto così tanto per il tennis.

Penso che abbiano portato così tante persone e nuovi fan al tennis. Come ho già detto, arriverà un momento in cui non ci saranno più e dovremo riuscire a coinvolgere tutti gli appassionati” – ha aggiunto.

Durante l’ultima edizione delle Finals a Londra, Thiem si è tolto la soddisfazione di battere sia Nadal che Djokovic. “Credo che questa sia la grande sfida. Dobbiamo comportarci bene, giocare alla grande nei tornei più importanti e diventare noi stessi delle star.

È molto importante per il tennis in generale, i Big 3 hanno fatto così tanto per il nostro sport. La nostra sfida è quella di mantenere gli appassionati incollati alla TV e raccogliere la loro eredità” – ha aggiunto Thiem.

Per Dominic si tratta della seconda delusione alla ATP Finals, dopo che l’anno scorso si era inchinato a Stefanos Tsitsipas.