Quanti Slam in meno avrebbero vinto i Big 3 con partite al meglio dei tre set?



by   |  LETTURE 8132

Quanti Slam in meno avrebbero vinto i Big 3 con partite al meglio dei tre set?

Durante le ATP Finals, molti tennisti sono stati interrogati sulla possibilità di giocare anche i tornei del Grande Slam al meglio dei tre set. Secondo molti esperti, per conquistare più pubblico e permettere al tennis di continuare ad essere uno degli sport più apprezzati, sarebbe giusto velocizzare i tempi delle partite e proporre qualcosa di diverso.

Queste opinioni, però, vanno a scontrarsi con chi pensa che il tennis debba mantenere almeno negli Slam le sue tradizioni. Novak Djokovic e Rafael Nadal, due dei maggiori rappresentanti del circuito, hanno espresso pensieri contrastanti.

“Sono favorevole a giocare al meglio di tre set in qualsiasi torneo nonostante i tornei del Grande Slam siano sempre stati al meglio dei cinque” , ha spiegato Djokovic. “Storicamente è sempre stato così, ma se c'è una possibilità di cambiamento perché non considerarla.

Penso che già abbiamo tanti tornei e gare durante l'anno, abbiamo la stagione più lunga di qualsiasi altro sport” . Nadal, da parte sua, preferisce lasciare le cose come stanno. “Sono totalmente contrario ad accorciare i tornei del Grande Slam al meglio dei tre set.

Il formato attuale, che ti permette di vincere se ottieni ben tre set in un incontro rende questi tornei speciali. Questa è la storia del nostro sport. Per vincere un torneo dello slam, devi essere più forte mentalmente e fisicamente” .

Quanti Slam avrebbero vinto in meno i Big 3 al meglio dei tre set?

Per analizzare nel dettaglio questa nuova proposta è corretto affidarsi anche ai numeri e rispondere alla domanda: “Quanti Slam avrebbero vinto in meno i Big Three con un diverso sistema di punteggio? “ .

Partiamo da Roger Federer. Il campione svizzero ha conquistato 20 Major nel corso della sua carriera. Con le partite al meglio dei tre set, avrebbe perso agli ottavi di finale del Roland Garros 2009 contro Haas 7-6, 7-5 e al terzo turno di Wimbledon 2012 contro Benneteau 6-4, 7-6.

Anche Nadal si ritroverebbe con due Slam in meno seguendo questa logica: Wimbledon 2010 e Roland Garros 2011. Nel primo caso avrebbe lasciato Londra al secondo turno perdendo contro Haase 7-5, 2-6, 6-3; nel secondo Parigi addirittura al primo turno contro Isner con il punteggio di 4-6, 7-6, 7-6.

Il più penalizzato, nonostante l’opinione espressa la scorsa settimana, sarebbe proprio Djokovic. Il serbo si ritroverebbe con due Australian Open, tre Wimbledon e uno US Open in meno. In Australia avrebbe perso nel 2012 in semifinale con Murray e nel 2020 in finale con Thiem.

Sull’erba dell’All England Club nel 2014 e nel 2015, rispettivamente contro Cilic ai quarti di finale e Anderson agli ottavi. Ricordiamo che in entrambi le edizioni ha poi battuto Federer in finale, Ed infine si sarebbe arreso agli US Open 2011 in semifinale contro Federer.