Annacone: "Il problema di Roger Federer non è giocare un gran tennis, ma la costanza"



by   |  LETTURE 4349

Annacone: "Il problema di Roger Federer non è giocare un gran tennis, ma la costanza"

Tra meno di due mesi dovrebbero prendere il via gli Australian Open 2021, anche se regnano ancora tante incertezze legate all’ingresso in Australia e alla quarantena. Il governo ha infatti deciso di impedire ai giocatori di entrare nel Paese prima dell’inizio del nuovo anno, una scelta che inficia parecchio sulla macchina organizzativa messa in moto da Tennis Australia.

L’Happy Slam dovrebbe anche sancire il rientro in campo di Roger Federer, il cui ultimo match ufficiale risale proprio alla semifinale dello scorso anno contro Novak Djokovic, Il 20 volte campione Slam è reduce da ben due operazioni al ginocchio destro, che lo hanno indotto a chiudere anzitempo il 2020 per ricaricare le pile in vista di quella che potrebbe rappresentare l’ultima stagione della sua fantastica carriera.

Parlando su Tennis Channel insieme ai connazionali Andy Roddick e Jim Courier, l’ex coach di Federer e Sampras Paul Annacone ha illustrato le prospettive dello svizzero a Melbourne Park. Molti dei suoi tifosi si augurano che possa ripetersi l’impresa del 2017, quando si aggiudicò il trofeo in finale su Rafael Nadal dopo ben sei mesi di stop.

Sotto la guida di Ivan Ljubicic, l’ex numero 1 del mondo avrebbe messo in bacheca altri due Slam: Wimbledon 2017 e gli Australian Open 2018.

Annacone: "Non scommetterei contro Federer"

“Quando hai 39 anni come Roger Federer, l’aspetto cruciale è la velocità con cui ti riprendi dagli sforzi.

Con Roger lo abbiamo visto negli ultimi anni. La cosa più impegnativa non è giocare alla grande, ma esprimere quello stesso livello per più partite di seguito. È ancora in grado di esprimere un tennis di altissimo livello per sette incontri nell’arco di due settimane?” – ha spiegato l’americano.

“Se è in buona forma, serve bene e la superficie è abbastanza rapida, non scommetterei mai contro di lui” – ha aggiunto Annacone. Il riferimento è alla superficie degli Australian Open 2017 e 2018, molto più rapida del passato e ideale per lo stile di gioco di Federer.