Sinner: "Zverev antipatico? Lo rispetto, ma certi discorsi Federer non li fa"



by   |  LETTURE 41893

Sinner: "Zverev antipatico? Lo rispetto, ma certi discorsi Federer non li fa"

Nel corso di questo 2020 Jannik Sinner si è tolto diverse soddisfazioni, dal primo titolo ad alcuni successi con tennisti presenti nella Top 10 del Ranking Atp. Una crescita esponenziale che fanno del 19enne di San Candido uno dei più grandi e giovani talenti del tennis italiano.

All'interno di un'intervista al Corriere Sinner ha trattato di vari argomenti e ha parlato del match vinto al Roland Garros contro il tennista tedesco Alexander Zverev. Jannik conquistò una vittoria straordinaria che gli consentì di accedere ai Quarti di Finale ed al termine del match Sascha utilizzò come attenuante il fatto che aveva la febbre e che aveva sbagliato a scendere in campo.

Il commento di Sinner su quel match con Zverev

Tornando a quell'episodio Sinner ha punzecchiato il talentuoso rivale con codeste dichiarazioni: "Zverev antipatico? Perché me lo chiedete? Lui ha vinto più di me ed ha sicuramente più esperienza.

Lo rispetto però quello che ha detto al Roland Garros è un controsenso. Aveva la febbre ma nel terzo e nel quarto set correva piu' di me? Mah, certo che questi discorsi Rafael Nadal e Roger Federer non li fanno"

A proposito di Federer, i due ancora devono affrontarsi, complice l'infortunio ed il doppio intervento chirurgico che tiene da mesi lo svizzero lontano dal circuito, ma a riguardo anche Sinner ha riferito: "Curioso di affrontare Federer? Beh, lui così come Novak Djokovic e Dominic Thiem..

diciamo che prima o poi mi toccano tutti" Con la vittoria al tiebreak del terzo set Sinner ha ottenuto la prima vittoria in un titolo Atp, nel torneo 250 di Sofia ed a riguardo ha detto: "Si, mi sono emozionato. Sono un essere umano anche se tengo le mie emozioni più dentro che fuori.

Ovviamente è bello, ma subito poi ho pensato che ora comincia il lavoro, ancora più duro. Questa è stata una stagione stranissima, avrei voluto giocare di più e imparare di più e velocemente"