Rusedski: "Roger Federer risente ancora della finale di Wimbledon 2019"



by   |  LETTURE 4284

Rusedski: "Roger Federer risente ancora della finale di Wimbledon 2019"

Gli appassionati di tennis aspettano con impazienza che Roger Federer torni in campo agli Australian Open 2021. Il fenomeno svizzero ha già dimostrato che l’età è solo un numero e spera di incrementare la sua bacheca dopo essere stato raggiunto da Rafael Nadal a quota 20 Slam.

L’ex numero 1 del mondo ha disputato proprio a Melbourne il suo unico torneo del 2020, prima di sottoporsi a ben due operazioni al ginocchio destro che lo hanno tenuto ai box per tutto il resto della stagione. Come già era avvenuto nel 2016, il 20 volte campione Slam ha deciso di non forzare i tempi di recupero per tornare al 100% all’inizio del 2021.

Federer ha già messo nel mirino Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, slittate di dodici mesi a causa dell’emergenza Coronavirus. Il 39enne di Basilea vorrebbe aggiudicarsi la medaglia d’oro in singolare, uno dei pochi riconoscimenti ancora assenti nella sua bacheca.

Nel corso di una recente intervista, Greg Rusedski ha spiegato quanto sarà difficile per Roger tornare competitivo a quasi 40 anni.

Rusedski: "Federer può avere un'altra chance a Wimbledon"

“Sarà molto complicato tornare al vertice dopo 11 mesi di assenza dai campi.

Per me Wimbledon è il suo grande obiettivo. Pensa di poter vincere di nuovo, senza dimenticare l’oro olimpico, uno dei pochi successi che ancora gli mancano. Per quanto riguarda gli Australian Open, credo che ci sia un grosso punto di domanda visto che non gioca da tantissimo tempo” – ha dichiarato il britannico.

“Cosa può dare ancora Roger Federer a 39 anni? Può ancora giocare bene? Certo che sì. Può vincere un altro Slam? Non ne sono così sicuro. I due match point falliti contro Novak Djokovic a Wimbledon gli pesano ancora.

Quella era la sua grande chance per arrivare a quota 21 Slam. Non so se avrà mai più un’occasione del genere. Quando è tornato nel 2016 dopo un lungo stop, ha utilizzato una racchetta più grande e ha modificato il suo rovescio. Ora non può cambiare molto. Potrebbe avere un’altra chance a Wimbledon” – ha aggiunto.