Djokovic: "Io, Roger Federer e Nadal abbiamo resistito al vertice per 15 anni"



by   |  LETTURE 3430

Djokovic: "Io, Roger Federer e Nadal abbiamo resistito al vertice per 15 anni"

Battendo in due set Borna Coric al secondo turno dell’Erste Bank Open di Vienna, Novak Djokovic si è praticamente garantito la certezza di chiudere la stagione in vetta al ranking mondiale per la sesta volta nella sua carriera.

Il fenomeno serbo ha disputato un grandissimo 2020, che gli avrebbe potuto regalare anche più gioie senza la lunghissima sospensione dovuta al Coronavirus. Il veterano di Belgrado ha messo in bacheca quattro titoli, impreziositi dal successo agli Australian Open dopo aver rimontato uno svantaggio di due set a uno.

La squalifica rimediata agli US Open rappresenta forse il più grande rimpianto della sua annata, vista la ghiottissima chance per ridurre il gap da Federer e Nadal nella classifica degli Slam. Djokovic è stato infine travolto nella finale del Roland Garros, dove le sue speranze di bissare il trionfo del 2016 si sono infrante su uno scatenato Rafael Nadal.

Durante una conferenza stampa a Vienna, è stato chiesto a Novak di individuare i possibili successo ai dominio dei Big 3.

Djokovic: "Sinner ha le qualità per arrivare in cima"

“Vedo sicuramente grande qualità nei ragazzi più giovani.

Uno da tenere d’occhio è sicuramente Jannik Sinner. Possiede un tennis potente e allo stesso tempo ha delle qualità non comuni, quindi si può affermare che abbia il potenziale per arrivare al vertice.

Sinner è sicuramente il leader dei Next Gen, senza dimenticare Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas, che secondo il parere degli esperti sono destinati a raggiungere la cima del tennis maschile” – ha risposto il 17 volte campione Slam.

“Tutti quanti sono ancora molto giovani, ma hanno già diversi titoli nelle loro bacheche. Sia Zverev che Tsitsipas hanno vinto le Nitto ATP Finals, che sono il più importante evento del calendario dopo i quattro Slam.

Sono ragazzi già affermati, ma non si può sapere con esattezza cosa accadrà. Molti aspetti devono allinearsi affinché un giocatore riesca a massimizzare il suo potenziale. Io, Roger Federer e Rafael Nadal non abbiamo soltanto vinto degli Slam, ma abbiamo resistito al vertice per 15 anni” – ha precisato Nole.