Simon Graf svela un bell'aneddoto sul carattere di Roger Federer



by   |  LETTURE 5604

Simon Graf svela un bell'aneddoto sul carattere di Roger Federer

Il biografo di Roger Federer, Simon Graf, ha sicuramente diverse esperienze con il 20 volte campione di titoli del Grande Slam. Recentemente Graf ha rivelato alcuni aneddoti riguardo il carattere del campione svizzero. Un giorno ad esempio, mentre lui era seduto in mensa, fu avvicinato da Roger che gli chiese gentilmente di unirsi al suo tavolo.

L'ex numero 1 al mondo ha impressionato Graf e la figlia e Graf ha raccontato un particolare aneddoto.

L'aneddoto del biografo su Roger Federer

Intervenuto Graf ha rivelato: "Ero seduto nella caffetteria della piscina con mia figlia maggiore, siamo impegnati a mangiare i nostri bei panini visto che il nuoto ci ha fatto venire fame.

Alzo lo sguardo e vedo il volto sorridente di Roger Federer che si avvicina al nostro tavolo e ci chiede se può sedersi. Io rispondo: 'Si, certo. Qui c'è ancora una qualche posto vacante', mi ritrovo a dire abbastanza stupito.

Federer era con le due figlie, ma tendeva ad includere sempre anche mia figlia di sette anni nella conversazione, soprattutto quando lei è annoiata. Tipo, le chiede qual'è lo sport che preferisce. Ricordo che una volta che lei voleva una torta, lui la prese per mano ed andarono insieme ad acquistarla"

Roger Federer è insieme a Rafael Nadal il tennista che ha vinto più titoli del Grande Slam in carriera. Recentemente il tennista iberico ha vinto il Roland Garros (senza perdere neanche un set) ed ha raggiunto così il suo esperto e forte collega.

Poco dopo il suo successo Federer ha fatto i complimenti a Rafa attraverso il proprio profilo social: "Ho sempre avuto il massimo rispetto per Rafa sia come persona che come campione di tennis. Siamo stati rivali per molti anni e credo che ci siamo spinti a vicenda per diventare tennisti migliori.

È un vero onore per me congratularmi con lui per la sua vittoria del 20 titolo del Grande Slam. È incredibile che lui abbia vinto il Roland Garros per ben 13 volte, credo sia uno dei più grandi successi di sempre nello sport.

Mi congratulo anche con la sua squadra perché nessuno vince da solo. Spero che 20 sia solo un altro passo continuo del viaggio che noi stiamo affrontando. Ben fatto Rafa, ti meriti tutto questo"