Whitaker: "Djokovic viene trattato come il terzo incomodo rispetto a Federer e Nadal"



by   |  LETTURE 6481

Whitaker: "Djokovic viene trattato come il terzo incomodo rispetto a Federer e Nadal"

La rivalità tra Roger Federer e Rafael Nadal è stata caratterizzata da intensità ed estremo rispetto, agevolato dal rapporto idilliaco tra i due campionissimi fuori dal campo. Grazie al 13° successo al Roland Garros, il fenomeno spagnolo ha eguagliato il record di 20 Slam dello svizzero coronando un lunghissimo inseguimento e riaccendendo il dibattito sul GOAT.

Poco dopo la finale di Parigi, non si è fatto attendere il messaggio di congratulazioni da parte di Federer, che ha spesso definito Nadal come il suo più grande rivale. In parecchi hanno notato come Roger abbia del tutto ignorato l’altro finalista del Roland Garros, quel Novak Djokovic con cui ha spesso avuto dissidi nei primi anni della sua carriera.

Parlando su ‘The Tennis Podcast’, la conduttrice televisiva Catherine Whitaker ha ammesso di provare un certo dispiacere per il serbo, che viene spesso trascurato pur avendo dei numeri ormai assimilabili a quelli dei due eterni rivali.

Whitaker: "Djokovic è ancora il terzo incomodo"

“Mi sono sentita un po’ triste per Novak Djokovic. Basti pensare che nel giorno della finale tra lui e Nadal, il 56° atto della rivalità più prolifica del circuito maschile, il discorso si è comunque spostato su Federer e Nadal” – ha esordito.

“È stato trattato ancora una volta come il terzo incomodo in un giorno in cui Federer non stava giocando” – ha aggiunto. Il co-presentatore David Law ha rincarato la dose: “Federer non lo ha nemmeno menzionato nel messaggio, e mi viene difficile pensare che si sia trattato di una svista.

Forse è stato solo un errore, ma la realtà è questa”. La nota di Federer ha lasciato trasparire un’enorme ammirazione per Nadal: “Ho sempre avuto il massimo rispetto per Rafa sia come persona che come giocatore.

Essendo stato il mio più grande rivale per molti anni, credo che ci siamo spinti a vicenda. È un vero onore per me congratularmi per la sua 20ma vittoria in uno Slam. Complimenti anche al suo team, nessuno può farcela da solo”.