Woodbridge: "Roger Federer colpisce meglio di tutti, il problema è il suo fisico"



by   |  LETTURE 10126

Woodbridge: "Roger Federer colpisce meglio di tutti, il problema è il suo fisico"

Il ritorno di Roger Federer nel circuito si avvicina sempre di più, dato che il fenomeno svizzero ha intenzione di partecipare agli Australian Open 2021. L’ex numero 1 del mondo, la cui ultima apparizione ufficiale risale all’edizione 2020 dell’Happy Slam, ha subito due interventi consecutivi al ginocchio destro quest’anno.

Il 39enne di Basilea è già stato dato per finito tante volte, ma stavolta sono in molti a ritenere che Roger sia ormai fuori dalla corsa per gli Slam. Per vincere il suo 21° Major, Federer dovrebbe infatti ottenere sette successi nell’arco di due settimane.

Inoltre, l’elvetico non dovrà più vedersela soltanto con gli eterni rivali Rafael Nadal e Novak Djokovic, ma anche con giovani rampanti del calibro di Dominic Thiem, Alexander Zverev, Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev.

Intervistato dal portale Wide World of Sports, il 16 volte campione Slam in doppio Todd Woodbridge ha analizzato con grande lucidità tutte le difficoltà con cui dovrà fare i conti Re Roger.

Woodbridge: "Il dubbio su Federer è legato al fisico"

“Non si tratta della qualità del suo gioco, ma il dubbio principale è se il suo fisico sarà in grado di sopportare sette partite in due settimane” – ha esordito l’australiano.

“Federer è probabilmente quello che colpisce ancora la palla meglio di tutti, ma il corpo non torna facilmente quello di prima. Gli anni di differenza rispetto a Rafael Nadal e Novak Djokovic rendono tutto più complicato” – ha aggiunto.

L’ultima volta che Federer è andato sotto i ferri, cioè nel 2016, è tornato in grandissimo spolvero aggiudicandosi due Slam nel 2017 e realizzando il ‘Sunshine Double’ contro ogni pronostico.

L’otto volte campione di Wimbledon ha ripreso ad allenarsi da poco sul campo, sapendo di avere ancora tanto tempo a disposizione per ritornare al 100% della forma. Roger ha dovuto incassare l’aggancio a quota 20 Slam di Nadal, fresco trionfatore al Roland Garros per la 13ma volta.

Tramite un lungo messaggio sui social, lo svizzero si è congratulato con l’avversario di innumerevoli battaglie.