Nadia Petrova: “Per me, Roger Federer è perfetto. Tuttavia …”



by   |  LETTURE 7123

Nadia Petrova: “Per me, Roger Federer è perfetto. Tuttavia …”

La russa Nadia Petrova, classe 1982, è stata numero tre del mondo nel 2006. In carriera ha raggiunto due volte la semifinale al Roland Garros, mentre ha disputato i quarti di finale in tutti gli altri appuntamenti del Grand Slam, riuscendo anche a partecipare a tre edizioni delle WTA Finals.

Vincitrice di 13 trofei del circuito principale, Nadia ha annunciato il ritiro dalle competizioni nel gennaio del 2017. Intervistata di recente dal sito web GoTennis, la russa ha parlato del dominio dei Big 3 nel tennis maschile.

Nadia Petrova: “Federer è il giocatore perfetto”

L’ex top 3 ha dichiarato con sicurezza: “Per me, Roger Federer è sempre il numero uno. Parlo in termini di stile e di abilità nel giocare bene su qualsiasi superficie.

Se non sbaglio, detiene il maggior numero di tornei vinti tra i Big 3 (ad eccezione dei Grand Slam). E poi, quanti anni ha trascorso alla vetta del ranking ATP? In ogni caso, i 13 trofei del Roland Garros conquistati da Rafael Nadal rappresentano un’impresa che forse nessuno riuscirà mai a ripetere.

Tutto ciò è incomprensibile. Inoltre, Rafa è più giovane di Federer e può superarlo nella corsa al maggior numero di Grand Slam. Ma questo sarebbe un discorso a parte. Per me, Roger Federer è perfetto”.

Petrova non ha potuto fare a meno di commentare anche la finale degli ultimi Open di Francia, che ha visto un Nole Djokovic piuttosto sottomesso: “Non è del tutto chiaro cosa gli sia successo”, ha detto la russa.

“Forse si è come consumato. Può darsi che la dura partita con Tsitsipas e i problemi al collo si siano fatti sentire”. Nadia ha infine elogiato la grande forza mentale dimostrata da Nadal: “Dopo la sua performance a Roma, Rafa non era considerato il favorito a Parigi.

E invece ha fatto in tutta calma il suo lavoro. Sembra che Djokovic abbia commesso un sacco di errori e non sia riuscito a imporre una lotta allo spagnolo. Nadal ha avuto una concentrazione straordinaria, non si è rilassato per un secondo”. Photo Credit: Eurosport