ATP, ranking 'congelato' fino a marzo: Djokovic più vicino al record di Federer



by   |  LETTURE 8478

ATP, ranking 'congelato' fino a marzo: Djokovic più vicino al record di Federer

Lo scorso luglio, dopo una lunga trattativa con l’ITF ed i quattro tornei del Grande Slam, l’ATP ha deciso di introdurre un nuovo sistema per calcolare i punti da assegnare e sottrarre ad ogni giocatore nel corso dei prossimi mesi.

I massimi organi del tennis maschile hanno optato per una graduatoria che coprirà un periodo di tempo di 22 mesi. La classifica di ogni singolo giocatore terrà conto dei 19 migliori risultati ottenuti dai tennisti nel periodo compreso tra marzo 2019 e dicembre 2020.

Djokovic sempre più vicino a Federer

Considerando l’aumento dei contagi in tutto il mondo, l’ATP ha ora deciso di estendere la validità di questo sistema fino all’8 marzo 2021, ovvero prima dell’inizio del Masters 1000 di Indian Wells.

Il ranking dell'8 marzo 2021 sarà l'ultimo in cui non si perderanno punti. Questa scelta potrebbe rappresentare un grande alleato per Novak Djokovic nella lotta al record di settimane trascorse in vetta al ranking mondiale.

La sfida vede come principali protagonisti il serbo e Roger Federer, attuale detentore del record. Djokovic non dovrà quindi difendere i successi ottenuti ad inizio stagione all’ATP Cup, agli Australian Open e a Dubai, così come i 1000 punti conquistati nel 2019 a Parigi-Bercy.

Solo Rafael Nadal sembrerebbe essere in grado di ribaltare i piani di Djokovic. Lo spagnolo cercherà innanzitutto di vincere il Roland Garros per la tredicesima volta in carriera ed impedire al suo rivale di allungare ulteriormente in classifica.

Prima degli Australian Open 2021, Nadal sarà inoltre chiamato a competere in due importanti tornei: il Masters 1000 di Parigi-Bercy e le ATP Finals. Parlando proprio di questo importante traguardo, Djokovic ha recentemente dichiarato: “Penso di avere ancora cose da fare in questo sport.

Credo di poter vincere il maggior numero di Slam e battere il record per il maggior numero di settimane al numero uno. Questi sono sicuramente i miei obiettivi chiari. Ma allo stesso tempo, non sono l'unica cosa che mi motiva. Ciò che mi alimenta ogni giorno è qualcosa di più legato alla mia crescita personale" .