Schwartzman: "Il livello di Roger Federer, Nadal e Djokovic è destinato a scendere"



by   |  LETTURE 7599

Schwartzman: "Il livello di Roger Federer, Nadal e Djokovic è destinato a scendere"

Diego Schwartzman ha espresso un livello di gioco altissimo la settimana scorsa agli Internazionali BNL d’Italia, dove si è arreso in finale al numero 1 del mondo Novak Djokovic dopo aver battuto nettamente il re della terra Rafael Nadal.

Il tennista argentino ha raggiunto la sua prima finale in un Masters 1000 e si sta avvicinando a grandi passi all’obiettivo di entrare nella Top 10. ‘El Peque’ è uno dei giocatori più costanti di tutto il circuito, essendo rimasto in pianta stabile nella Top 30 a partire dall’11 settembre 2017.

Il sudamericano proverà a fare bene anche al Roland Garros, che si disputerà in condizioni molto diverse dal solito per via dello slittamento a fine settembre. I favoriti saranno Novak Djokovic, Rafael Nadal e Dominic Thiem, ma Diego è consapevole di potersi giocare le sue chance dopo uno US Open deludente.

Schwartzman: "Devo ripetere settimane come quella di Roma"

“Ho infranto un’altra barriera. Centrare una finale in un Masters 1000 è una gioia per me. Sento di essere cresciuto molto. Il mio obiettivo è continuare a migliorare la classifica e raggiungere le fasi finali nei tornei più importanti” – ha dichiarato Schwartzman in un’intervista a ESPN.

“Se voglio fare un ulteriore step, devo ripetere settimane come quella di Roma. L’affetto che ho ricevuto è stato sorprendente. Sono un semplice giocatore di tennis ed è una gioia immensa che a tante persone piaccia quello che faccio” – ha aggiunto.

La presenza di Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic ha impedito a numerosi giocatori di vincere quanto avrebbero meritato. “I Big 3 hanno vinto la maggior parte dei tornei negli ultimi dieci anni. Con il passare del tempo, il loro livello è destinato a calare un po’, quindi gli altri giocatori avranno maggiori chance.

Io spero di far parte di quella lista e di farmi trovare pronto” – ha concluso il 28enne di Buenos Aires, che nella sua carriera vanta tre titoli ATP (Istanbul 2016, Rio de Janeiro 2018 e Los Cabos 2019).