Roger Federer: “Ecco cosa rappresenta Mirka per me”



by   |  LETTURE 14619

Roger Federer: “Ecco cosa rappresenta Mirka per me”

Lo svizzero Roger Federer occupa attualmente la quarta posizione del ranking ATP. Numero uno del mondo per 310 settimane complessive, il fuoriclasse di Basilea ha vinto il suo ultimo titolo Major agli Australian Open 2018. Dopo essersi sottoposto quest’anno a due interventi chirurgici al ginocchio destro, King Roger tornerà in campo nel 2021.

Federer non disputa un torneo del circuito ufficiale dallo scorso gennaio, ma negli ultimi mesi è apparso in numerosi spot pubblicitari tra cui quello tutto italiano girato a Finale Ligure, assieme a Carola Pessina e Vittoria Olivieri.

Qualche giorno fa, Roger è stato intervistato dalla rivista GALA sulle rive del Lago di Zurigo, dove ha parlato dell’importanza della sua famiglia.

Federer: “Mirka è tutto per me”

Ecco le parole rilasciate dall’otto volte vincitore di Wimbledon: “Per vent’anni sono sempre stato in movimento, continuamente.

Il periodo più lungo che avevo trascorso a casa era stato di cinque, o al massimo sei settimane. Una pausa come questa è molto positiva. Posso venire qui e trascorrere molto tempo con la mia famiglia”. Roger ha quindi parlato della moglie Mirka, che lo accompagna ormai da anni in tutto il mondo: “Quando qualcuno è importante per te, le emozioni entrano in gioco e quella faccia da poker si scioglie come se fosse di zucchero.

Mirka è la migliore madre e la migliore moglie! E’ sempre stata un grande supporto per me, è una bellissima persona. Non ha fatto altro che sostenermi per tutta la carriera”. Federer è infine tornato a commentare ciò che accadrà dopo il suo ritiro dal tennis: “La Svizzera è in assoluto il mio Paese preferito, ho sempre saputo che dopo la conclusione della mia carriera tennistica sarei venuto a vivere qui.

Se gli ingranaggi non dovessero più funzionare, allora mi fermerei”. Mai come quest’anno l’elvetico aveva trascorso un periodo così lungo a casa, prima per i due interventi chirurgici e poi per la quarantena.

La pandemia di Coronavirus non si è certo ancora placata, con numerosi Paesi europei costretti a dover imporre nuove restrizioni e limitazioni sul proprio territorio nazionale. Photo Credit: Ticino Welcome