Billie Jean King: "Roger Federer ha più chance di essere ascoltato perché è un uomo"



by   |  LETTURE 2961

Billie Jean King: "Roger Federer ha più chance di essere ascoltato perché è un uomo"

Durante le prime settimane della pandemia, Roger Federer aveva lanciato l’idea di una potenziale fusione tra ATP e WTA. Il fenomeno svizzero era infatti del parere che un’iniziativa del genere avrebbe aiutato il tennis in uno dei momenti più complicati della sua storia recente.

All’insaputa del 20 volte campione Slam, la leggendaria Billie Jean King aveva avuto la sua stessa idea nel lontano 1968, ribadendo il suo desiderio anche negli anni ’70. Tuttavia, la proposta era sempre stata respinta a causa di una lunga serie di fattori economici e organizzativi.

Diversi giocatori e addetti ai lavori hanno espresso il loro sostegno verso il tweet di Federer, ma per il momento non si registrano passi in avanti sulla questione. Durante una recente intervista a telegraph.co.uk, Billie Jean King ha spiegato perché il tweet di Federer è riuscito a fare più rumore di tutti i precedenti tentativi messi in atto.

Billie Jean King: "Gli uomini vengono ascoltati di più"

“Io e Roger Federer abbiamo parlato quel giorno dopo che lui ha twittato” – ha esordito l’americana. “Lui non immaginava che io avessi fatto una proposta identica molto tempo prima.

Infatti si è messo a ridere. Gli ho detto che un uomo sarebbe stato ascoltato di più rispetto a una donna, soprattutto perché si trattava del più grande di sempre. Gli ho confidato che gli avrebbero dato retta per tutto ciò che rappresentava, oltre al fatto di essere un uomo, che è un grande vantaggio.

So che non è giusto, ma è la verità. Gli ho detto che sarebbe stato fantastico se avesse portato avanti questa iniziativa, ma credo che se ne sia un po’ dimenticato. Vorrei che ci mettesse tutto il suo impegno, ma non ho idea di cosa stia succedendo dietro le quinte” – ha precisato la King.

I primi mesi del 2021 saranno molto utili per valutare le conseguenze della pandemia, che inciderà sul destino di numerosi tornei di entrambi i circuiti. La trasferta in Australia sarà il primo banco di prova.