Djokovic non ha paura e lancia la sfida a Federer: "Voglio battere il suo record"



by   |  LETTURE 5018

Djokovic non ha paura e lancia la sfida a Federer: "Voglio battere il suo record"

Quando si parla di tennis, è impossibile non pensare ai record raggiunti in carriera da Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal. I Big Three da diversi anni lottano per il primato Slam e non hanno nessuna intenzione di fermarsi.

Lo svizzero è il giocatore che ha vinto più Major in carriera con 20 successi; lo spagnolo ed il serbo, invece, sono fermi rispettivamente a quota 19 e 17 titoli Slam. Ma questo non è l’unico record che sta a cuore alla tre leggende.

Il prossimo 21 settembre, giorno in cui sarà disputata la finale del Masters 1000 di Roma, Djokovic supererà Pete Sampras e diventerà il secondo giocatore della storia con il maggior numero di settimane al vertice della classifica ATP.

L’ultimo ostacolo da superare per raggiungere il primo posto di questa speciale classifica porta il nome di Roger Federer, che di settimane in vetta ne ha trascorse ben 310, a dispetto delle 287 del belgradese.

Djokovic non si nasconde e mette nel mirino il record di Roger Federer

“Pete era il mio idolo da piccolo” , ha detto Djokovic nella conferenza stampa tenutasi prima del suo esordio a Roma.

“Battere il suo record è speciale. L’ho sempre ammirato, volevo essere mentalmente forte come lui soprattutto nei grandi tornei. Era uno dei giocatori più duri e più composti nella storia del gioco.

Due dei miei più grandi obiettivi, l’ho già detto, sono: battere il record di Roger Federer e vincere più Slam possibile” . Proprio questo ultimi due obiettivi hanno subito una brusca arrestata agli US Open, dove Djokovic era il favorito assoluto per la vittoria finale.

Il serbo dovrà reagire in campo alla squalifica ricevuta nel match di ottavi di finale conto Pablo Carreno Busta per rimettersi in corsa. Ad approfittare dell’assenza di Federer e Nadal e dall’auto-eliminazione di Djokovic, è stato Dominic Thiem.

L’austriaco ha trionfato al quinto set, dopo una clamorosa rimonta, contro Alexander Zverev nella finale dello Slam newyorkese. Del match in questione, ha parlato lo stesso Djokovic. “Ho visto in diretta la finale fino alla fine del quarto set.

Zverev è stato impressionante nei primi due set, complimenti a lui ed anche a Dominic. Perdere tre finali Slam, iniziare così nella quarta e vincere è davvero notevole. Alla fine potevi renderti conto di quanto entrambi volessero quella vittoria ma senza mai mancarsi di rispetto.

Hanno mostrato grande stima e la loro grande amicizia, è un bel messaggio per il tennis” .