Navratilova: "Il segreto del rapporto tra Roger Federer e Severin Luthi è l'onesta"



by   |  LETTURE 5080

Navratilova: "Il segreto del rapporto tra Roger Federer e Severin Luthi è l'onesta"

Il 2020 è stata una stagione abbastanza sfortunata per Roger Federer, che ha recentemente subito un doppio intervento chirurgico al ginocchio destro e non si rivedrà in campo fino all’inizio del 2021. Durante la sua lunga pausa dal tennis, il 20 volte campione Slam ha continuato ad allenarsi insieme al suo storico coach Severin Luthi, che è apparso piuttosto fiducioso sulle chance di rivedere lo svizzero in ottima condizione agli Australian Open 2021.

L’ex numero 1 del mondo potrebbe disputare anche un altro torneo per preparare al meglio l’Happy Slam. Tennis Channel ha invitato il quattro volte campione Slam Jim Courier e la leggendaria Martina Navratilova, che hanno analizzato il rapporto di lunga data tra Federer e Luthi.

Il 39enne di Basilea ha collaborato con Stefan Edberg, Paul Annacone e Ivan Ljubicic negli ultimi anni, ma Severin è rimasta una presenza costante nel suo box.

Navratilova: "Federer e Luthi si aiutano a vicenda"

“Federer vuole qualcuno che gli dica la verità, perché spesso quando sei un giocatore di punta le persone non lo fanno” – ha esordito Courier.

“Hanno paura, ti coccolano. Vuoi qualcuno che sia in grado di dirti che le cose non stanno andando bene e indicarti la giusta direzione. È per questo che paghi i membri del tuo team. Puoi avere intorno tutte le persone del mondo, ma ce ne sono poche che ti offrono indicazioni utili” – ha aggiunto.

Secondo Martina Navratilova, è l’onesta il segreto principale del rapporto tra Federer e Luthi. “La maggior parte delle volte le persone dicono di sì solo perché hanno paura di essere licenziate, ma il giocatore ha bisogno di onestà.

È per questo che il rapporto tra Roger Federer e Severin Luthi è durato così a lungo. È incredibile quanto sia durata la loro collaborazione in un’epoca in cui i giocatori cambiano allenatore tantissime volte.

Probabilmente sono simbiotici. Severin ha imparato tanto da Roger e viceversa. Si aiutano a vicenda” – ha spiegato l’ex numero 1 del mondo.