Pete Sampras: “Ecco come i giovani giocatori guardano a Roger Federer”



by   |  LETTURE 5341

Pete Sampras: “Ecco come i giovani giocatori guardano a Roger Federer”

Gli Us Open attualmente in corso a New York saranno ricordati come il primo evento del Grand Slam dal lontano 1999 a non leggere nel tabellone principale il nome di Roger Federer o quello di Rafael Nadal. Il serbo Novak Djokovic, in ogni caso grande favorito per la vittoria finale, adesso ha più che mai la concreta possibilità di mettere le mani sul suo 18° trofeo Major, cosa che gli permetterebbe di avvicinarsi ulteriormente al maiorchino e allo svizzero.

Il Roland Garros di Parigi, grande obiettivo di Nadal, andrà invece in scena tra il 21 settembre e l’11 ottobre.

Sampras parla dei Big 3

In una conversazione con Tim Henman, il campione americano Pete Sampras ha discusso dei tre più grandi dominatori del circuito ATP: “Penso che cercare di imitare Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic sia una cosa difficile, ma credo anche che richieda una capacità fisica che forse non tutti hanno sviluppato.

Penso che molti di questi giovani ragazzi siano in ammirazione nei confronti di Roger e per questo ne siano intimiditi, forse non sono pronti ad affrontare cinque set contro Novak o Rafa. Quando giocavo io, il tennis era più rapido con il serve & volley, oggi questi ragazzi sono in grado di correre per ore”.

Sampras ha anche svelato il suo principale favorito per la lotta ai Big 3: “Mi piace Thiem, credo che possa vincere un Roland Garros. Tsitsipas secondo me è un ottimo atleta, ha diverse armi e compete ferocemente.

Zverev ha fatto un po’ di fatica l’anno scorso, ma quando il suo gioco funziona ed è in confidenza penso che possa vincere un Grand Slam”. L’ultimo giocatore in grado di conquistare un torneo Major al di fuori dei Big 3 è stato lo svizzero Stan Wawrinka, che nell’estate del 2016 si è aggiudicato il suo primo trofeo degli Us Open sconfiggendo in finale Novak Djokovic in tre set.

Nadal andrà presto alla caccia del suo 13° titolo del Roland Garros, mentre Nole tenterà di conservare la sua incredibile imbattibilità in questo 2020.