Il giorno che Roger Federer eguagliò i titoli Masters 1000 di Pete Sampras



by   |  LETTURE 2279

Il giorno che Roger Federer eguagliò i titoli Masters 1000 di Pete Sampras

Alla Rogers Cup di Toronto 2006, lo svizzero Roger Federer era l’indiscussa prima testa di serie del torneo: in quella stagione aveva già trionfato a Doha, agli Australian Open, ad Indian Wells, Miami, Halle e Wimbledon, senza considerare le finali raggiunte a Dubai, Monte Carlo, Roma e al Roland Garros, tutte perse contro Rafael Nadal.

Il maiorchino stava infatti consolidando la seconda posizione del ranking ATP, preparandosi per l’assalto definitivo a Federer anche su superfici diverse oltre la terra battuta.

La Rogers Cup 2006 e l’aggancio a Sampras

Nell’edizione del Masters di Toronto di quell’anno, Federer superò alquanto agevolmente Paul-Henri Mathieu e Sebastien Grosjean, per poi sconfiggere con non poche difficoltà anche Dmitrij Tursunov, Xavier Malisse e Fernando Gonzalez.

Ad aspettarlo in finale, il 13 agosto, sarebbe stato il francese Richard Gasquet, che nella partita precedente era riuscito a battere un giovanissimo Andy Murray in due set. Per quanto riguarda Nadal, il maiorchino era già uscito nel terzo turno per mano di Thomas Berdych, con il punteggio di 1-6 6-3 2-6.

Si trattava della quindicesima finale in un Masters Series per Roger Federer, che ne aveva già vinti dieci. Gasquet si rivelò un avversario particolarmente ostico, prendendosi il primo set per 6-2. La reazione dell’elvetico non si fece però attendere, conquistando i successivi parziali per 6-3 6-2.

Roger sollevava così il suo secondo trofeo della Rogers Cup, dopo quello già vinto due anni prima nella stessa Toronto, contro l’americano Andy Roddick. Federer eguagliava in questo modo anche gli 11 Masters Series di Pete Sampras, vinti tra il 1992 e il 2000.

Tuttavia, a guidare questa speciale classifica era al tempo un altro giocatore americano: il grande Andre Agassi, che di Masters ne aveva vinti 17 (di cui l’ultimo due anni prima, a Cincinnati). Roger raggiungerà Agassi nell’edizione 2010 del Western & Southern Open della stessa Cincinnati, superando in finale il padrone di casa Mardy Fish.

Oggi è lo spagnolo Rafa Nadal il giocatore con il maggior numero di tornei Masters 1000 in carriera, così denominati a seguito delle modifiche apportate dall'ATP nel 2009: il maiorchino ne ha vinti ben 35.

A seguire Novak Djokovic con 34, quindi Federer con 28. Il campione di Basilea concluderà quella stagione trionfando anche agli Us Open, a Tokyo, Madrid, Basilea e alla Masters Cup di Shanghai.