Berrer: "Djokovic il più forte mentalmente, Roger Federer e Nadal sono agli antipodi"



by   |  LETTURE 10073

Berrer: "Djokovic il più forte mentalmente, Roger Federer e Nadal sono agli antipodi"

Il tennis è uno degli sport più dispendiosi al mondo, complice anche la sua fisicità e dimensione globale che mettono a dura prova sia il corpo che la mente. Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic sono stati in grado di esprimersi al massimo delle loro capacità pur dovendo fronteggiare un carico enorme di pressione.

I Big 3 si sono aggiudicati 56 degli ultimi 67 Slam disputati, con Stan Wawrinka che è stato l’ultimo in grado di spezzare il loro dominio nei Major quattro anni fa. Dominic Thiem ci è andato molto vicino agli Australian Open 2020, ma ha dovuto subire la rimonta di Djokovic proprio quando sembrava indirizzato verso il suo primo Slam in carriera.

In una recente intervista su Tennis Magazine, l’ex Top 50 Michael Berrer ha analizzato l’approccio mentale dei tre mostri sacri prima di ogni partita. Secondo il tedesco, Djokovic è il migliore nel mantenere un quadro psicologico ideale prima degli incontri, mentre Federer e Nadal sono gli antipodi.

Berrer: "Djokovic è il più forte mentalmente"

“Rafael Nadal è molto teso prima del match, mentre Roger Federer è più rilassato e si diverte a scherzare. Novak Djokovic è davvero serio e forse è il giocatore più completo mentalmente che ci sia” – ha dichiarato Berrer.

Anche all’età di 39 anni, Federer continua ad avere una passione per il gioco che non smette di stupire. Il fenomeno di Basilea, alle prese con il recupero dopo il doppio intervento al ginocchio destro, farà il suo ritorno in campo all’inizio del 2021.

Il 20 volte campione Slam ha già messo nel mirino Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo, slittate al prossimo anno a causa dell’emergenza Coronavirus. “La mia grande speranza è che i ragazzi di 16-17 anni abbiano la stessa visione ambiziosa che aveva Roger Federer a 15 anni.

Lui ha sempre avuto in mente di voler raggiungere la Top 10 e poi diventare il numero 1 del mondo” – ha aggiunto Berrer.