Un artista francese: “La leggerezza di Roger Federer mi ispira tantissimo”



by   |  LETTURE 1866

Un artista francese: “La leggerezza di Roger Federer mi ispira tantissimo”

Il transalpino Mathieu Forget, figlio dell’ex tennista Guy, è un attore, coreografo ed acrobata. Insomma, è un vero e proprio artista. Il padre, classe 1965, è stato numero 4 del mondo nel 1991, anno in cui ha raggiunto i quarti di finale agli Australian Open e a Wimbledon.

Parlando in un podcast dei Big 3 del tennis mondiale, Mathieu si è concentrato in particolare sul fuoriclasse di Basilea.

Mathieu Forget parla di Roger Federer

Il francese ha affermato con sicurezza: “La leggerezza di Roger Federer, quando gioca, è capace di ispirarmi tantissimo nel mio lavoro”.

Secondo Forget, anche i grandi campioni del tennis possono infatti essere considerati alla stregua di artisti: “Ho una teoria, che proviene da mio nonno, sulla definizione di artista. E’ una persona che riesce a sollevare il suo mestiere o la sua arte al livello più alto possibile.

Per me, Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic, Andy Murray e tutti i più forti del mondo sono artisti del tennis. Lo stesso per Gael Monfils”. Mathieu ha quindi concluso: “Tutti loro hanno uno stile di gioco che è unico e lo mettono in pratica con eleganza e disinvoltura, cosa che richiede non solo tanto lavoro ma anche un’incredibile abilità artistica, talento e creatività”.

Il dominio dei Big 3 in questo sport è davvero incredibile: basti pensare che, dal 2004 fino ad oggi, nessun altro giocatore è riuscito a conquistare la vetta del ranking ATP, eccetto lo scozzese Andy Murray.

Il Roland Garros di Parigi, dopo essere stato spostato dalla scorsa primavera, andrà in scena finalmente tra il 21 settembre e l’11 ottobre prossimi. A difendere il titolo, per la dodicesima volta, il maiorchino Rafa Nadal, vincitore nel 2019 su Dominic Thiem.

Lo Slam francese sarà però preceduto dagli Us Open, che si terranno tra settembre e ottobre. Il circuito maschile è stato interrotto a marzo, poco prima della stagione su cemento americano che culmina nei Masters 1000 di Indian Wells e Miami.

Con oltre 160 mila vittime e quasi 5 milioni casi di contagio, gli Stati Uniti rimangono il Paese più duramente colpito dalla pandemia di Covid-19.