Aguerre: "Vi racconto cosa ho fatto pur di vedere Roger Federer"



by   |  LETTURE 2440

Aguerre: "Vi racconto cosa ho fatto pur di vedere Roger Federer"

Se il dibattito relativo al più grande di sempre è destinato a rimanere insoluto, non ci sono dubbi che Roger Federer sia il giocatore più popolare e amato di tutti i tempi. Il fenomeno svizzero ha incantato i fan di tutto il mondo per oltre due decenni grazie al suo tennis elegante e alla sua personalità.

L’ammirazione verso l’ex numero 1 del mondo non si esaurisce ai semplici fan, ma si estende anche ad atleti di altre discipline. Basta fare i nomi di David Beckham e Virat Kohli. Un altro sportivo che adora Federer è Alan Aguerre, calciatore che milita nella prima divisione argentina.

Intervenuto nel videocast ‘#CRUZADOSxESPN’ insieme al tennista Renzo Olivo e al connazionale Augustin Belachur, il portiere del Newell’s Old Boys ha ricordato di aver visto Roger per la prima volta nel 2012, quando l’elvetico si era recato in Argentina per un tour di esibizioni.

Aguerre: "Avrei dato qualsiasi cosa per vedere Federer"

“Avevo deciso che volevo andare a vedere Roger Federer. Mi piaceva andarlo ad ammirare in Europa, quindi ho deciso di partire. Io e miei amici abbiamo deciso di andare al Roland Garros.

Uno dei miei amici mi ha indicato che c’era un ingresso sul retro dello stadio principale di Parigi. Mi sono appena ricordato di come sgattaiolai nella parte posteriore per vedere Roger, che si manifestò davanti a me.

Mi sono sentito come un bambino sotto la pioggia. Come nei film!” – ha raccontato Aguerre. “Per il resto, ho dovuto acquistare il biglietto per vedere Roger giocare. Mi sentivo come un ragazzino e non mi importava nulla del prezzo” – ha aggiunto.

L’argentino ha potuto ammirare il 20 volte campione Slam anche lo scorso anno a Madrid, nel suo match di quarti di finale (perso) contro Dominic Thiem. A causa di un doppio intervento al ginocchio, Federer tornerà in campo solo all’inizio del 2021, in quella che potrebbe essere l’ultima stagione della sua irripetibile carriera (iniziata nel lontano 1998).