Roger Federer: "Stiamo facendo il possibile con i bambini in questo periodo"



by   |  LETTURE 1845

Roger Federer: "Stiamo facendo il possibile con i bambini in questo periodo"

Quando la stagione è stata interrotta a marzo per l’emergenza Coronavirus, ci si è domandati se la lunga sosta potesse favorire o meno Roger Federer. Il veterano di Basilea, che compirà 39 anni tra qualche giorno, aveva intenzione di tornare giusto in tempo per Wimbledon dopo essersi sottoposto ad un operazione al ginocchio destro.

Tuttavia, un inciampo in fase di riabilitazione lo ha obbligato ad un nuovo intervento ponendo fine al suo 2020. Il 20 volte campione Slam ha infatti deciso di prendersela con calma e di non affrettare il rientro, motivo per cui bisognerà attendere il 2021 per rivederlo danzare sul campo.

L’ex numero 1 del mondo ha disputato solo gli Australian Open quest’anno, senza dimenticare l’esibizione con Rafael Nadal a Città del Capo lo scorso febbraio. Pur dovendo fare i conti con alcune difficoltà, Federer ha potuto trascorrere più tempo del solito a casa insieme alla sua famiglia.

Federer: "Sono stato rigido sulle regole da seguire"

“Non ero mai stato a casa per così tanto negli ultimi 25 anni. Siamo al sicuro dato che viviamo tra le montagne e non vediamo nessuno” – ha dichiarato Roger in una lunga intervista al Miami Living Magazine.

“Sono stato molto severo e rigido sulle regole da seguire. Non vedo i miei genitori da tre mesi ormai, stiamo facendo del nostro meglio con i bambini, ma penso anche che questo momento ci abbia dato l’opportunità di riflettere e fare il punto su ciò che conta davvero, cioè la famiglia, gli amici, la salute e la felicità” – ha aggiunto l’otto volte campione di Wimbledon.

A causa dell’assenza di Federer e Nadal, gli US Open 2020 saranno il primo torneo dal 1999 a disputarsi senza che via siano lo svizzero e lo spagnolo in tabellone. Inoltre, la numero 1 WTA Ashleigh Barty ha manifestato serie perplessità circa la situazione dei contagi negli Stati Uniti. Più probabile la partecipazione di Novak Djokovic, che dovrebbe sciogliere le riserve fra pochi giorni.