Roger Federer: "Carola e Vittoria non potevano credere che sbagliassi più di loro"



by   |  LETTURE 18736

Roger Federer: "Carola e Vittoria non potevano credere che sbagliassi più di loro"

Anche quando è lontano dai campi da tennis, Roger Federer riesce comunque a far parlare di sé. In tantissimi si sono emozionati davanti allo spot Barilla in cui il fenomeno svizzero ha improvvisato una partita sui tetti di Finale Ligure insieme a Vittoria e Carola, le due ragazze italiane diventate celebri grazie ad un video realizzato durante il lockdown.

Mentre erano impegnate in una semplice intervista, Vittoria e Carola hanno ricevuto la visita inaspettata del loro idolo, che si è intrattenuto con loro prima di invitarle a pranzo. Il 20 volte campione Slam, dopo essersi scattato qualche foto insieme a loro, le ha invitate per uno stage nell’Accademia del suo eterno rivale Rafael Nadal.

A margine delle riprese, l’ex numero 1 del mondo ha ammesso di essersi emozionato guardando sui social il video delle due bambine.

Federer: "Il lockdown non ha sopito la passione"

“Quando ho visto il video delle ragazze sui social, ho pensato che fosse un’idea meravigliosa.

La passione non è scomparsa a causa del lockdown. Il video ha colpito numerose persone, incluso me” – ha dichiarato l’otto volte campione di Wimbledon. “L’incontro con le ragazze è stato molto suggestivo per me.

Ci siamo trovati a giocare in un posto straordinario. L’avevo già visto sui social, ma trovarcisi di persona è stato davvero incredibile. Questa è stata la prima volta che ho giocato a tennis dopo tanto tempo.

Ecco perché tante palline sono cadute di sotto (ride). Abbiamo riso e scherzato molto durante la giornata. Non potevano credere che stessi facendo così tanti errori. La cosa fantastica è stata che non ero migliore di loro oggi, anzi a volte sono state migliori di me.

Avevano il vantaggio di conoscere bene il campo, io no” – ha scherzato Federer. Il veterano di Basilea, che compirà 39 anni l’8 agosto, ha disputato solo gli Australian Open quest’anno e tornerà in campo all’inizio della prossima stagione (forse l’ultima della sua impareggiabile carriera).