O’Sullivan: “Mi trovo nello stesso punto della carriera di Roger Federer”



by   |  LETTURE 2144

O’Sullivan: “Mi trovo nello stesso punto della carriera di Roger Federer”

L’inglese Ronnie O’Sullivan, classe 1975, è uno dei più forti giocatori nella storia dello snooker. Cinque volte campione del mondo (di cui l'ultima nel 2013) e sette volte vincitore dell’UK Championship e del Masters, Ronnie ha occupato la prima posizione del ranking mondiale a più riprese tra il 2002 e il 2019.

In una recente intervista, il britannico ha parlato dell’ex numero uno elvetico ATP Roger Federer.

Ronnie O'Sullivan: "Come Federer, non ho più niente da dimostrare"

Sappiamo benissimo come il campione di Basilea, oltre ad essere uno dei più forti tennisti mai esistiti, rappresenti anche un importante modello di riferimento per gli atleti di tutto il mondo.

Campione di 20 prove del Grand Slam e di 103 titoli in totale, Roger è stato dato per spacciato più volte nel corso della propria carriera: tra l’altro, anche nel periodo compreso tra il 2012 ed il 2017, in cui non è più riuscito a sollevare un trofeo Major.

“Se dovessi fare un esempio di dove mi trovo attualmente all’interno della mia carriera”, ha detto O’Sullivan, “mi paragonerei un poco a Roger Federer. Non ho più niente da dimostrare, probabilmente non sono il migliore al mondo.

Giocatori di questo tipo portano con sé una certa energia ai tornei”. L’inglese ha quindi continuato: “Perciò, devo ammetterlo, mi entusiasmo all’idea di sapere che solo alcune persone sono in grado di creare momenti magici.

Sono poche quelle che ci riescono. So che per me potrebbe essere un 147, o magari vincere il campionato del mondo”. L’ultimo successo Slam di Federer è arrivato agli Australian Open 2018, in cui ha sconfitto in finale un ottimo Marin Cilic in cinque set.

Con 28 titoli nei tornei Masters 1000, Roger è terzo in questa classifica dietro solo a Rafael Nadal e Novak Djokovic, fermi rispettivamente a 35 e 34. Numeri incredibili se si pensa che Andre Agassi, in quarta posizione, ne ha vinti 'solo' 17.

Roger tornerà in campo solo nel 2021, dopo essersi sottoposto a due interventi chirurgici al ginocchio destro.