Un ventenne Djokovic: “Ecco cosa devo fare per battere Federer e Nadal”



by   |  LETTURE 6299

Un ventenne Djokovic: “Ecco cosa devo fare per battere Federer e Nadal”

La stagione 2007 si è rivelata particolarmente importante per il ventenne serbo Novak Djokovic, che in quell’anno ha vinto i suoi primi titoli Masters 1000 a Miami e a Montreal, oltre ai successi di Adelaide, Estoril e Vienna.

Finalista anche ad Indian Wells ed agli Us Open, Nole chiuderà la stagione al numero 3 ATP. Agli Internazionali d’Italia, dopo aver sconfitto Robin Soderling e Marcos Baghdatis, Djokovic si trovò ad affrontare il maiorchino Rafael Nadal, detentore del titolo.

Novak Djokovic su Roger Federer e Rafael Nadal

Il campione di Maiorca si aggiudicò l’incontro per 6-2 6-3, avviandosi al suo terzo successo consecutivo in quel di Roma. “Non vado di fretta”, affermò Djokovic dopo la partita.

“Sto cercando di allenarmi e di concentrarmi sulla mia carriera. So che ho bisogno di molta esperienza e di molti miglioramenti per battere Roger Federer e Rafael Nadal. Il mio obiettivo è proprio questo, cioè diventare il più forte tennista al mondo.

Oggi ho solo vent’anni e spero ancora di giocare per altri dieci o quindici. Cercherò di migliorare la volée e di convertire le opportunità a rete. I miei colpi da fondo sono potenti ed aggressivi, ma ho bisogno di scendere più spesso a rete e chiudere i punti alle mie condizioni.

Inoltre, anche il mio servizio deve essere migliorato”. Nole fu certo di parola: l’anno successivo, dopo aver sconfitto Federer in semifinale, si aggiudicò il suo primo trofeo del Grand Slam agli Australian Open, superando nell’ultimo match il francese Jo-Wilfried Tsonga.

Il successo arrivò anche ad Indian Wells e agli stessi Internazionali di Roma, in cui ebbe la meglio su Stanislas Wawrinka. Il secondo trionfo in un Major arriverà invece tre anni dopo, nel 2011, sempre a Melbourne: vittima in finale il britannico Andy Murray, superato per 6-4 6-2 6-3.

Con 79 titoli del circuito maggiore ATP, Djokovic è attualmente quinto in questa speciale classifica: davanti a lui solo Jimmy Connors, Federer, Ivan Lendl e Nadal. La prossima edizione degli Us Open, Coronavirus permettendo, si dovrebbe tenere tra la fine di agosto e l'inizio di settembre.