Hubert Hurkacz: “Roger Federer è una persona molto aperta e modesta”



by   |  LETTURE 1648

Hubert Hurkacz: “Roger Federer è una persona molto aperta e modesta”

Il ventitreenne Hubert Hurkacz occupa oggi la 29° posizione del ranking ATP. Nella sua giovane carriera ha raggiunto al massimo il terzo di turno di Wimbledon (2019) ed ha trionfato, lo scorso anno, a Winston-Salem dopo aver sconfitto in finale il francese Benoit Paire.

In questa stagione, dopo essere uscito nel Round Robin dell’ATP Cup, Hurkacz ha fatto semifinale ad Auckland ed ha raggiunto il secondo turno degli Australian Open, superato dal padrone di casa John Millman. A Rotterdam, Marsiglia e Dubai è riuscito a raggiungere una sola vittoria: quella ai danni di Antoine Hoang, nel torneo transalpino.

In un’intervista per il canale polacco Polsat Sport, Hubert ha parlato dell’ex numero uno del mondo Roger Federer.

Hurkacz su Roger Federer

In realtà, i due si sono già sfidati una volta in carriera: nei quarti di finale di Indian Wells 2019, vinti dallo svizzero per 6-4 6-4: “Si dice che la maggior parte delle persone che gioca a tennis a livello professionistico sia affascinata dalla persona di Roger Federer", ha detto Hurkacz.

"Lui non costruisce muri, anche se in teoria potrebbe dire: 'Mi chiudo in me stesso' Sin dal mio primo torneo, così come successivamente, mi è capitato ogni tanto di parlare con lui. E’ una persona molto aperta e modesta.

E’ davvero forte”. Vincitore di 20 titoli del Grand Slam, Federer è oggi secondo nella classifica del maggior numero di tornei conquistati in carriera (103): davanti a lui solo il grande Jimmy Connors, fermo a 109.

Oggi top 30, Hurkacz è attualmente il giocatore polacco meglio classificato nel ranking ATP: il secondo è Kamil Majchrzak, al numero 108. Per quanto riguarda il connazionale Jerzy Janowicz, ex top 15, semifinalista a Wimbledon e finalista ad un’edizione del Masters 1000 di Parigi-Bercy, il tennista di Lodz è ormai in caduta libera: nelle ultime classifiche è ben oltre la 460° posizione mondiale.

Il primo torneo ad andare in scena dopo la lunga pausa del circuito sarà quello di Cincinnati, che l’anno scorso ha visto arrivare al successo il russo Daniil Medvedev, protagonista di un’estate davvero da sogno che lo anche portato vicinissimo al trionfo a Flushing Meadows contro Rafael Nadal.