Dickson: "Roger Federer, Rafael Nadal e Djokovic dovrebbero essere più schietti"



by   |  LETTURE 3725

Dickson: "Roger Federer, Rafael Nadal e Djokovic dovrebbero essere più schietti"

L’epoca d’oro del tennis è iniziata nel lontano 2005, quando un giovanissimo Rafael Nadal riuscì nell’impresa di battere l’allora numero 1 del mondo Roger Federer nella semifinale del Roland Garros.

In pochi immaginavano che si trattava solo dell’antipasto di quella che sarebbe stata considerata la più grande rivalità di sempre. Lo svizzero e lo spagnolo hanno dato vita a battaglie memorabili, incluse le epiche finali di Wimbledon, quella degli Australian Open 2009 e le quattro al Roland Garros.

Non è un segreto che Roger e Rafa abbiano contribuito più di ogni altro ad accrescere la popolarità del tennis e il numero degli appassionati. L’ascesa repentina di Novak Djokovic ha spezzato il loro duopolio, con il serbo pronto a beffarli e ad infrangere i loro record.

Nessuno tra i Next Gen sembra pronto a raccoglierne l’eredità, almeno fino a questo momento. Il noto giornalista del Daily Mail Mike Dickson ha analizzato il futuro del tennis nel podcast ‘Control the Controllables’.

Dickson: "Il circuito del tennis è troppo ovattato"

“Il fattore principale che anima la passione della gente sono le grandi rivalità, che danno sale e pepe al gioco. A volte, il mondo del tennis sembra un club di vecchi amici, un po’ troppo ovattato, dove tutti sono sempre pronti a darsi una pacca sulla spalla” – ha spiegato Dickson.

Se i top player diventassero più schietti l’uno con l’altro, l’interesse del pubblico aumenterebbe di conseguenza. “Dovrebbe esserci maggiore competizione. Manca lo spirito del ‘stai cercando di togliere il cibo dalla mia tavola’.

Anche Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic dovrebbero avere il coraggio di lasciarsi andare di più” – ha concluso. I Big 3 saranno ancora una volta i giocatori più attesi alla ripresa della stagione, anche se Federer tornerà in campo solo all’inizio del 2021.

Djokovic sembra intenzionato a disputare lo US Open, mentre l’impressione è che Nadal focalizzerà tutte le sue energie sul Roland Garros, nel tentativo di eguagliare i 20 Slam di Roger.