Roger Federer: "Sposerei nuovamente Mirka, non voglio dormire in una cuccia"



by   |  LETTURE 17056

Roger Federer: "Sposerei nuovamente Mirka, non voglio dormire in una cuccia"

Roger Federer ha recentemente lanciato un paio di scarpe bianche in edizione limitata nel giorno del 17° anniversario della vittoria del suo primo titolo a Wimbledon. Nel corso della presentazione, il 20 volte campione Slam ha risposto a un gran numero di domande che gli sono state poste dai fan.

L’ex numero 1 del mondo, che quest’anno ha disputato solo gli Australian Open e l’esibizione a Città del Capo con Rafael Nadal, ha deciso di prendersi tutto il tempo necessario per recuperare dalla doppia operazione al ginocchio e non tornerà in campo prima dell’inizio del 2021.

Molti appassionati e addetti ai lavori si chiedono se la prossima rappresenterà l’ultima stagione della sua ineguagliabile carriera. Nel frattempo, un suo tifoso ha domandato a Roger se sposerebbe nuovamente Mirka laddove fosse in grado di tornare indietro nel tempo.

Federer: "Non vorrei dormire in una cuccia"

“Certo. Non vorrei dormire in una cuccia stanotte. La amo moltissimo. Non so se Mirka sta guardando, quindi devo stare attento a ciò che dico” – ha scherzato il 38enne di Basilea.

“È la migliore, sono stato davvero fortunato ad incontrarla molto tempo fa. Bisogna risalire fino alle Olimpiadi di Sydney nel 2000. Siamo sposati da 11 anni, ma stiamo insieme da 20 anni ormai. Abbiamo quattro bellissimi figli, non avrei fatto nulla senza di lei.

La sposerei di nuovo. Nessuno avrebbe mai osato farmi una domanda del genere, è audace (ride)” – ha aggiunto Federer. Quale superpotere gli piacerebbe avere? “Essere invisibili sarebbe folle, anche se sul campo da tennis avrebbe perfettamente senso.

Nella vita quotidiana, mi piacerebbe volare. Sarebbe magico. Stiamo già camminando su una nuvola a livello di tecnologia con On. Volare al livello successo sarebbe davvero incredibile” – ha risposto Re Roger.

L’equilibrio e la serenità familiare sono alcuni dei fattori che hanno permesso a Federer di mantenersi competitivo ad altissimi livelli, senza dimenticare la sua capacità di trovare sempre nuove sfide per inseguire e battere altri record.