Roger Federer rivela: “Ecco il mio miglior compleanno di sempre”



by   |  LETTURE 2603

Roger Federer rivela: “Ecco il mio miglior compleanno di sempre”

I Giochi della XXIX Olimpiade, disputati nella metropoli cinese di Pechino nell’estate del 2008, si sono aperti venerdì 8 agosto per concludersi il 24 dello stesso mese. Il campione elvetico Roger Federer, a quel tempo, avrebbe ricoperto ancora per un paio di settimane la prima posizione del ranking ATP.

Un mese prima, infatti, aveva perso dopo ben cinque anni lo scettro di Wimbledon, sconfitto in una bellissima ed emozionante finale terminata al quinto set dallo spagnolo Rafael Nadal. Interrogato oggi sul suo miglior compleanno di sempre, Roger ha menzionato proprio l’apertura delle Olimpiadi del 2008.

Roger Federer: "A Pechino è stato un vero onore per me"

Originario di Basilea, Roger Federer è nato l’8 agosto del 1981. Con 20 titoli del Grand Slam conquistati in singolare, è oggi il giocatore più vittorioso in questa categoria di eventi.

“Il mio miglior compleanno di sempre? Di sicuro quando mi è stato permesso di portare la bandiera svizzera allo stadio durante la cerimonia di apertura alle Olimpiadi del 2008”, ha detto l’ex numero uno ATP.

“E’ stato davvero un grande onore per me. Adesso ho sentito che mia moglie ha in intenzione di pianificare qualcosa di grosso per il mio 40esimo compleanno. Ho paura!”. Federer venne sconfitto a Pechino nei quarti di finale dall’americano James Blake in due set, ma ebbe l’occasione di rifarsi in doppio, specialità in cui trionfò in coppia con Stan Wawrinka contro gli svedesi Simon Aspelin e Thomas Johansson.

Roger conquisterà poi una medaglia d’argento in singolare alle successive Olimpiadi di Londra 2012, sorpreso in finale dal padrone di casa Andy Murray. Lo scozzese si rivelerà capace di ripetersi anche a Rio de Janeiro nel 2016, occasione in cui ha superato l’argentino Juan Martin del Potro con il punteggio di 7-5 4-6 6-2 7-5.

Per quanto riguarda Rafa Nadal, lo spagnolo non ha preso parte ai Giochi del 2012, mentre è stato sconfitto nella sfida per il terzo e quarto posto a Rio 2016, battuto dal giapponese Kei Nishikori.