Riecco Roger Federer: "Sono fiducioso di iniziare il 2021 al 100 % della mia forma"



by   |  LETTURE 2874

Riecco Roger Federer: "Sono fiducioso di iniziare il 2021 al 100 % della mia forma"

Nonostante un calendario ormai ufficializzato ci sono ancora dubbi sulla ripresa con il virus e la situazione contagi che preoccupa soprattutto alcune zone del mondo. Pandemia permettendo, il circuito Atp dovrebbe riprendere a metà Agosto, ma non vedrà tra i protagonisti il 20 volte vincitore di titoli del Grande Slam Roger Federer.

Lo scorso Febbraio il campione elvetico si è sottoposto a due interventi chirurgici al ginocchio destro, ha scelto di saltare di conseguenza tutto il resto dell'anno per riprendere al meglio nel 2021. Generalmente non è mai facile affrontare infortuni e interventi chirurgici, ma sono in tanti a pensare che Federer abbia scelto il momento giusto per effettuare quest'operazione, come detto, il ritorno della stagione è tutt'altro che ufficiale e continuano ad esserci tanti problemi con il virus.

Nel 2016 Roger ebbe un intervento chirurgico al ginocchio sinistro, disputò solo 7 tornei in quella stagione e decise dopo Wimbledon di fermarsi e rientrare nel 2017. Mai scelta fu più giusta vista che il 2017 è stato uno dei suoi migliori anni, soprattutto recentemente, iniziò la stagione con 54 vittorie su 59 gare e portò a casa ben 7 tornei e soprattutto gli Slam dell'Australian Open e Wimbledon, tornei Slam che non vinceva dal 2012.

Addirittura a Febbraio 2018 Roger è ritornato numero 1 al mondo all'incredibile età di 36 anni. Nonostante gli infortuni e ormai alla soglia dei 40 anni Federer resta il principale avversario di Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Le parole di Roger Federer sul rientro

Intervenuto nel corso di un'intervista Roger Federer ha dichiarato: "Per me è stato molto bello trascorrere tutto il periodo del Lockdown in Svizzera. Negli ultimi 25 anni ho viaggiato molto, non ho mai trascorso due mesi a casa consecutivi.

Ora siamo stati in Svizzera per quattro o cinque mesi di fila e in fondo ci siamo divertiti. La qualità della vita qui è straordinaria, abbiamo l'estate adesso e tante persone passano tempo fuori, anche noi.

Ho dovuto comunque fare un passo alla volta, andando piano con la riabilitazione e questo lento recupero. Ora già mi sento meglio, non sono ancora ad un livello tale da poter giocare a tennis, ma sono fiducioso di essere al 100 % in vista della prossima stagione"