Quando Federer disse: “Martina Navratilova ha ispirato Mirka nel tennis”



by   |  LETTURE 5608

Quando Federer disse: “Martina Navratilova ha ispirato Mirka nel tennis”

Stagione cruciale e simbolica quella del 2003 per il ventiduenne Roger Federer. Partito a gennaio da numero 6 del mondo, lo svizzero conquistò il mese successivo i tornei di Marsiglia e Dubai, sconfiggendo rispettivamente Jonas Bjorkman e Jiri Novak.

In primavera trionfò anche a Monaco di Baviera e quindi ad Halle, prima di alzare il suo primissimo trofeo del Grand Slam in quel di Wimbledon. Agli Us Open dello stesso anno Roger si presentò da testa di serie numero 2 del torneo, superando l’argentino José Acasuso nel primo turno.

Nella partita successiva Federer liquidò in poco più di un’ora il monegasco Jean-René Lisnard con il punteggio di 6-1 6-2 6-0.

Roger Federer: "Martina Navratilova ha ispirato Mirka"

Intervistato poco dopo la partita con Lisnard, il giocatore di Basilea dichiarò: “Bisogna sempre stare molto attenti durante le fasi iniziali di ogni set, cosa che a me è andata bene oggi.

Ho messo diverse prime palle in campo e sono riuscito a fare tutto quello che volevo. Non mi aspettavo di batterlo così agevolmente. James Blake è un ragazzo simpatico; sarà un ottimo match. E’ la nostra prima sfida, di fronte ad un meraviglioso pubblico che dovrebbe essere dalla sua parte.

Non vedo l’ora di scendere in campo; sarà molto più dura rispetto ad oggi. Ogni partita sarà d’ora in poi sempre più difficile e adesso io sono concentrato su quella contro Blake. Ho incontrato Martina Navratilova alla cena di gala a Wimbledon.

La mia fidanzata la conosce meglio, perché è stata lei ad ispirarla nel tennis. E’ sempre bello ascoltare i consigli da una campionessa come lei”. Federer sconfiggerà Blake in tre set, perdendo l’incontro successivo con l’argentino David Nalbandian.

Vincitore in quella stagione anche a Vienna e alla Masters Cup di Houston – senza considerare le finali raggiunte agli Internazionali di Roma e a Gstaad, Roger terminerà l’anno al numero due ATP. Solamente qualche settimana più tardi, nel gennaio del 2004, Federer conquisterà finalmente la vetta del ranking mondiale.