Harrison: “Roger Federer l’atleta più pagato del mondo? Ecco cosa penso”



by   |  LETTURE 7070

Harrison: “Roger Federer l’atleta più pagato del mondo? Ecco cosa penso”

Secondo lo statunitense Ryan Harrison, numero 40 ATP nel 2017, è un po’ strano che – malgrado sia oggi un giocatore di tennis l’atleta più pagato del mondo – proprio il tennis, come sport in sé, non sia in grado di produrre così tanto denaro.

Nell’ultima classifica annuale stilata da Forbes, infatti, è risultato lo svizzero Roger Federer l’atleta più pagato del mondo, con 106 milioni di dollari in totale. Non era mai successo che un giocatore di tennis riuscisse ad occupare la prima piazza di questa speciale classifica.

“Noi percepiamo che il più grande impatto di Roger Federer debba ancora arrivare”, ha detto John Tay della Uniqlo a Kurt Badenhausen di Forbes. “Certamente sarà alimentato dal suo status di più forte di tutti i tempi, ma la capacità di Roger di apportare un cambiamento positivo al mondo è il suo ed il nostro futuro”.

Ryan Harrison: "E' assurdo"

Classe 1992, Harrison ha vinto un unico trofeo in carriera: si tratta dell’edizione 2017 del torneo di Memphis, in cui ha sconfitto il georgiano Nikoloz Basilashvili per 6-1 6-4.

Numero 40 del mondo tre anni fa, stagione in cui ha anche raggiunto la finale ad Atlanta, oggi l’americano è fuori dai primi 450 giocatori del ranking ATP. In doppio vanta anche un trofeo del Roland Garros, conquistato in coppia con Michael Venus.

“E’ assurdo come il circuito ATP disponga del giocatore più commercializzabile al mondo ma in qualche modo il tennis faccia le briciole rispetto agli altri sport. Il tennis non è mai stato migliore ed è molto fortunato ad avere dei modelli di comportamento come Roger Federer, perciò a che punto lo sport nella sua interezza riuscirà a guadagnare il denaro che merita?”, ha scritto Ryan su Twitter.

Già durante il periodo della quarantena, numerosi giocatori hanno spinto per una migliore e più equa distribuzione dei proventi: un tema, questo, già al centro di numerosi dibattiti in passato.