Roger Federer: "Prima degli AO 2017, sapevo di essere vicino a vincere uno Slam"



by   |  LETTURE 1713

Roger Federer: "Prima degli AO 2017, sapevo di essere vicino a vincere uno Slam"

Nonostante abbia vinto la bellezza di 20 titoli Slam nella sua irripetibile carriera, Roger Federer non è riuscito ad aggiudicarsi un Major per quattro anni e mezzo a cavallo tra il 2012 e il 2017. Il fenomeno svizzero fece molta fatica nel 2013 a causa di un infortunio alla schiena, tanto da uscire di scena già al secondo turno a Wimbledon e agli ottavi agli US Open.

Il 2014 fu l’anno del cambio di allenatore, con Stefan Edberg che subentrò a Paul Annacone, e anche del cambio di racchetta, con l’utilizzo di un ovale più grande che lo aiutò soprattutto dal lato del rovescio.

Nel biennio 2014-15, l’ex numero 1 del mondo centrò due finali a Wimbledon e una a New York, ma in tutti e tre i casi dovette inchinarsi ad un Novak Djokovic in stato di grazia. L’apoteosi sarebbe arrivata agli Australian Open 2017, in cui Federer si impose in finale su Rafael Nadal dopo essere rimasto sei mesi lontano dal circuito nel 2016.

Federer sul lungo periodo senza vincere uno Slam

Nel corso di una recente conversazione con l’amico Gustavo Kuerten, il 38enne di Basilea ha ammesso che il livello di Nadal e Djokovic era davvero impressionante in quegli anni.

“Nei quattro anni e mezzo in cui non sono riuscito a vincere uno Slam, le persone mi facevano sembrare che stessi giocando terribilmente. Ho avuto un anno difficile nel 2013 a causa del mal di schiena, che è stato un grosso problema per me e mi ha impedito di fare meglio negli Slam.

Ho vinto la Coppa Davis nel 2014 e raggiunto diverse finali Slam, ma onestamente Novak e Rafa erano pazzeschi. Ho continuato ad allenarmi duramente perché sapevo di essere molto vicino” – ha raccontato Federer.

Dopo il successo a Melbourne tre anni fa, l’elvetico si sarebbe aggiudicato anche Wimbledon quello stesso anno, prima di bissare il trionfo agli Australian Open nel 2018. Federer ricorderà con molto meno piacere l’ultima finale disputata a Wimbledon 2019, in cui si è arreso a Djokovic nonostante due match point sul suo servizio nel quinto set.

Una delusione dalla quale sperava di riprendersi già quest’anno ai Championships (annullati per il Coronavirus).