Greg Rusedski: "Difficile che Roger Federer riesca a vincere un altro Slam"



by   |  LETTURE 2016

Greg Rusedski: "Difficile che Roger Federer riesca a vincere un altro Slam"

Il prossimo 8 agosto, Roger Federer compirà 39 anni. E mentre il mondo del tennis si interroga su quando sarà possibile riaprire i circuiti ATP e WTA, c’è chi inizia a dubitare sulla possibilità che il maestro svizzero riesca a vincere un altro Slam.

Nel 2017, a 36 anni e dopo un intervento al ginocchio, Federer aveva superato ogni aspettativa, vincendo Australian Open e Wimbledon e poi bissando a Melbourne l’anno successivo, per quello che al momento rappresenta il suo ultimo successo in un Major.

I suoi tifosi sperano ora in un’analoga impresa, anche se l’ex numero 4 del mondo Greg Rusedski nutre delle perplessità in merito.

Le parole di Greg Rusedski su Roger Federer

“La battuta che si sente dire è che, siccome Roger è andato sotto i ferri, il circuito sarà cancellato finchè lui non sarà tornato in forma” ha detto ridendo l’ex tennista britannico in un'intervista concessa a Tennis365.

“A parte gli scherzi, il coronavirus è una cosa molto seria, e la salute di tutti deve essere la nostra priorità al momento, ma la pausa ha fornito a Roger il tempo per recuperare dal suo ultimo infortunio”.

Ciononostante, il finalista degli US Open 1997 non vede lo svizzero come favorito negli Slam. “Detto questo, penso che sarà piuttosto difficile per lui vincere uno Slam quando si ripartirà” ha infatti sottolineato Rusedski.

“Avrà 39 anni, e vincere i titoli più importanti a quell’età è davvero un’impresa. Ho visto video di Novak Djokovic che si allena, anche Nadal è tornato in campo e non vedo quali nuove dimensioni Federer possa creare nel suo gioco per vincere un Major in questa fase della sua carriera, con quegli altri due che sono al top.

Lo scorso anno, agli US Open, Roger ha sofferto il calco e ha perso ai quarti di finale. Certo, se riuscisse a vincere un altro Slam sarebbe davvero una grande storia, ma credo che Djokovic e Nadal siano sempre gli uomini da battere. Poi viene Federer, non puoi mai sottovalutarlo”.

Photo Credit: Imago