Luthi: "Roger Federer non ha bisogno di allenarsi così tanto"



by   |  LETTURE 1374

Luthi: "Roger Federer non ha bisogno di allenarsi così tanto"

Dopo quasi due mesi di quarantena nelle rispettive case per via del Coronavirus, i tennisti professionisti hanno ricominciato ad allenarsi in attesa di conoscere quando potrà riprendere la stagione. A differenza della maggior parte dei suoi colleghi, Roger Federer non ha ancora ripreso la racchetta in mano.

Il 20 volte campione Slam si era sottoposto ad un intervento al ginocchio destro lo scorso febbraio poco prima della sospensione. Il fenomeno svizzero ha disputato un solo torneo quest’anno, gli Australian Open, in cui ha raggiunto la semifinale perdendo in tre set contro Novak Djokovic.

Federer non sente il bisogno di tornare ad allenarsi

Il suo allenatore Severin Luthi è fiducioso che l’ex numero 1 del mondo sarà pronto a competere alla ripresa delle operazioni. “Cerchiamo di rimanere spesso in contatto, vedere se c’è qualche novità, ma penso che per lui non sia necessario colpire troppe palline.

Avete visto alcune delle challenge che ha lanciato sui social media. Lo fa per divertimento. Non è necessario allenarsi così tanto per uno come lui” – ha spiegato in un’intervista a Tennis Channel.

“Si sta ancora riprendendo dall’intervento al ginocchio. Al momento, non c’è lo stress di doversi allenare con intensità. Credo che se i tornei dovessero ricominciare nel 2020, avrebbe abbastanza tempo per rimettersi in forma” – ha aggiunto.

L’intenzione di Federer era quella di tornare in campo per l’inizio della stagione su erba, auspicando di riscattare l’atroce beffa subito lo scorso anno a Wimbledon e aggiudicarsi il suo 21° Slam. Il 38enne di Basilea dovrà aspettare il 2021 per andare a caccia della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, che sono state rinviate al prossimo anno a causa dell’emergenza sanitaria.

Federer ha già comunicato la sua intenzione di giocare per almeno un'altra stagione, con il pubblico di Torino speranzoso di ammirarlo alle ATP Finals del 2021. Vedremo se Roger riuscirà a restare competitivo anche dopo i 40 anni.