Roddick: "Roger Federer era assolutamente ingiocabile nel 2006"



by   |  LETTURE 8142

Roddick: "Roger Federer era assolutamente ingiocabile nel 2006"

Il 2006 ha rappresentato la miglior stagione in carriera per Roger Federer, almeno sotto il profilo dei numeri. Quell’anno lo svizzero si è aggiudicato ben 12 titoli, chiudendo l’annata con il bilancio pazzesco di 92 vittorie e sole 5 sconfitte.

Il 20 volte campione Slam raggiunse il picco del suo rendimento, emulato probabilmente nel 2017. Uno dei suoi più acerrimi rivali all’epoca era Andy Roddick, battuto due volte nel 2006. “Era ancora più impressionante durante quella stagione” – ha confidato l’americano a Tennis.com.

“Non ci sono dubbi che abbia raggiunto il suo picco nel 2006. Era il miglior attaccante, ma sapeva anche difendersi egregiamente. Aveva un equilibrio nel suo tennis che era quasi impossibile da scalfire” – ha aggiunto A-Rod, che fu sconfitto da Federer in quattro set nella finale degli US Open.

“Ero arrivato a New York con molta fiducia. Avevo vinto a Cincinnati e mi sentivo davvero benissimo. Sono entrato in campo con la convinzione di poter mettere in difficoltà Roger, non lo avevo ancora affrontato in quella stagione, mi sentivo competitivo come non mai.

All’improvviso, era come se una gigantesca valanga si fosse scaraventata su di me scendendo giù da una montagna” – ha raccontato Andy, utilizzando una similitudine che la dice lunga sul dominio travolgente di Federer.