Matteo Berrettini ricorda la finale di Roma 2006 tra Federer e Nadal. Sul tennis...


by   |  LETTURE 4084
Matteo Berrettini ricorda la finale di Roma 2006 tra Federer e Nadal. Sul tennis...

Lo stop al tennis ha frenato totalmente le ambizioni del giovane tennista romano Matteo Berrettini. L'attuale numero 8 al mondo, dopo l'infortunio che lo ha frenato ad inizio stagione, era pronto prima dell'esplosione del Coronavirus a fare quel passo in più che gli mancava verso le prime posizioni.

Il numero 1 italiano, ospite a Sky Sport, ha parlato dell'assenza di tennis, del rinvio del torneo di Roma e di tanti altri temi. Ecco le sue dichiarazioni: "La ripresa del tennis appare al momento difficile per i viaggi che affrontiamo sempre noi tennisti.

Per me è davvero strano che lo scorso anno nel mese di Maggio si giocava al Foro Italico ed ora non c'è nulla. È strano ed è molto dura per noi tennisti, specialmente per me visto che Roma è casa mia.

L'assenza di questo torneo è un colpo al cuore sia per gli italiani, ma in particolare per me. Le emozioni che ho provato al Foro non le proverò da nessuna altra parte. Ricordo sfide come l'esordio con Fognini o la vittoria con Zverev, ho la pelle d'oca solo a pensarci.

Ho tutti questi bei ricordi, ma la priorità è la salute" Durante l'intervista, riporta Ansa, Berrettini ha parlato anche della finale Federer-Nadal del 2006, sfida che lui vide da vicino e dove ci fu una maratona di oltre 5 ore: "Avevo 10 anni e pensavo che quella gara non finisse più, in quel momento volevo solo tornare a casa e vedere dei film per ragazzi.

Ero tifoso di Roger, quella fu una sconfitta importante per lui. Ora tifo un po' meno ovviamente, siamo avversari"