Alexander Zverev: "I cinesi avevano avvertito Roger Federer del rischio pandemia"



by   |  LETTURE 13765

Alexander Zverev: "I cinesi avevano avvertito Roger Federer del rischio pandemia"

Alexander Zverev , attuale numero 7 del ranking ATP, ha fatto alcune rivelazioni curiose durante una diretta social con il comico tedesco Oliver Pocher. Oltre a confessare il suo timore di aver contratto il virus quando si è recato in Cina alla fine di dicembre per un’esibizione con Roger Federer, il giovane tedesco ha confidato anche di aver inviato un messaggio al 20 volte campione Slam durante questo periodo di quarantena.

“Ho mandato un messaggio a Roger Federer scherzando con lui. Gli ho detto che i cinesi lo avevano avvertito e ha deciso di operarsi a febbraio perché sapeva già che il circuito si sarebbe fermato. Ad ogni modo, è una situazione sfortunata per tutti, ma nel suo caso non è così drammatica come lo è per gli altri perché si sarebbe comunque fermato almeno fino a giugno” – ha confessato il 22enne di Amburgo.

“Io e Brenda eravamo in Cina lo scorso 28 dicembre, poi siamo andati in Australia ed abbiamo passato un brutto mese, non potete immaginare quanto abbia tossito per circa 30 giorni. Inoltre, ho avuto anche la febbre alta.

Non avevo dolori particolari, ma una tosse davvero insistente” – aveva raccontato Sascha ai microfoni del noto quotidiano tedesco Bild.