Croft: "La cancellazione di Wimbledon è un incubo per Roger Federer"


by   |  LETTURE 3969
Croft: "La cancellazione di Wimbledon è un incubo per Roger Federer"

È arrivata mercoledì l’ufficialità della cancellazione di Wimbledon dovuta alla pandemia che ha interessato tutto il globo. L’ex numero 1 britannica Annabel Croft ritiene che questa decisione rappresenti un duro colpo soprattutto per Roger Federer e Andy Murray.

Il fenomeno svizzero aveva intenzione di riscattare la cocente delusione dello scorso anno, quando fu costretto a inchinarsi a Novak Djokovic dopo aver sciupato due match point in finale. “Quante volte Federer può realisticamente provare a vincere Wimbledon?” – ha confidato la Croft al Mirror.

“Se il Roland Garros dovesse riuscire a disputarsi verso la fine dell’anno, Rafael Nadal ne beneficerà più di qualsiasi altro giocatore. Senza dimenticare Serena Williams, che ha la sua migliore chance di vincere un altro Slam proprio sull’erba di Londra, quindi sarà delusa anche lei.

Adesso ha 38 anni e ha formato una famiglia. Ci sono diversi punti interrogativi. A Andy Murray sarebbe piaciuto giocare un altro Wimbledon, dovrà rivedere i suoi programmi ora. È un incubo”. L’annullamento dei Championships pone seri dubbi sull’effettiva ripresa del tennis nel 2020.

Il CEO di Tennis Australia Craig Tiley ha ammesso che non c’è alcuna garanzia in questo senso, tanto che gli stessi Australian Open potrebbero decidere di riprogrammare l’edizione 2021.