Roger Federer, le tre peggiori sconfitte su terra rossa


by   |  LETTURE 3245
Roger Federer, le tre peggiori sconfitte su terra rossa

Che Roger Federer sia uno dei tennisti più forti della storia non vi sono dubbi: lo dicono i numeri e le statistiche. Ancora a 38 anni, il campione di Basilea resta una grande minaccia per Novak Djokovic e Rafael Nadal, anche nei tornei dello Slam.

Giocatore completo, la superficie su cui ha da sempre fatto maggiore fatica resta comunque la terra battuta, sulla quale ha in ogni caso vinto un’edizione del Roland Garros, nel 2009. Tuttavia, vi sono tre sconfitte su questa superficie che rimarranno per sempre nella memoria dell’elvetico.

Una di queste è sicuramente la finale degli Internazionali di Roma del 2006, quando Nadal ebbe la meglio su di lui con il punteggio di 6-7 7-6 6-4 2-6 7-6, annullando anche due match point. Un’altra è la finale del Roland Garros 2008, probabilmente la peggiore partita di Federer in questo torneo.

Nadal vinse il match e il torneo per 6-1 6-3 6-0, senza concedere alcuna pietà. La terza sconfitta non ha invece niente a che vedere con il maiorchino: piuttosto, con un connazionale dello stesso Roger. Nel 2014, Federer raggiunse infatti la finale di Monte Carlo, dove ad attenderlo era Stan Wawrinka.

Dopo aver conquistato il primo set per 6-4, Federer perse i successivi per 7-6 6-2, abbandonando anche questa possibilità di trionfare una volta per tutte nel Principato di Monaco.