Roddick: "Ecco quando capii che Federer, Nadal e Djokovic erano di un altro pianeta"


by   |  LETTURE 19330
Roddick: "Ecco quando capii che Federer, Nadal e Djokovic erano di un altro pianeta"

Andy Roddick ha annunciato il suo ritiro dal tennis nel 2012, archiviando la sua carriera con un titolo Slam (gli US Open), 32 trofei nel circuito ATP e una Coppa Davis difendendo i colori degli Stati Uniti. Sfortunatamente per lui, si è trovato a giocare nella stessa epoca dei mostri sacri Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Intervistato da Tennis Channel insieme alla connazionale Lindsay Davenport, all’ex numero 1 del mondo è stato chiesto un parere sui Big 3: “Certe volte mi sembra che questi ragazzi giocano alla playstation invece che nel mondo reale.

È incredibile. Ricordo di aver affrontato Novak al secondo turno delle Olimpiadi di Londra nel 2012. Ho preso una stesa clamorosa, eppure avevo vinto due degli ultimi tre tornei che avevo disputato, quindi mi sentivo benissimo e speravo che i campi di Wimbledon potessero farmi arrivare lontano.

Mi ha suonato come un tamburo purtroppo. Ero come un bambino di fronte a un gigante. Quei ragazzi sono di un altro pianeta, quel giorno ne ho avuto la definitiva conferma. È come se quella sconfitta mi avesse fatto aprire gli occhi una volta per tutte. Il gioco stava diventando un po’ diverso da quello a cui ero abituato” – ha confessato A-Rod.