Roger Federer: "A volte non ci rendiamo conto di quanto siamo privilegiati"



by   |  LETTURE 2590

Roger Federer: "A volte non ci rendiamo conto di quanto siamo privilegiati"

L’emergenza Coronavirus ha obbligato anche il tennis ad uno stop prolungato, che per il momento durerà fino al mese di giugno. Ogni giorno che passa, le speranze di assistere alla stagione su erba si fanno tuttavia sempre più flebili.

La decisione di rinviare i Giochi Olimpici di Tokyo al 2021 pone seri interrogativi anche su Wimbledon, che dovrebbe prendere il via il 29 giugno a Church Road. Roger Federer, che non avrebbe comunque preso parte allo swing sulla terra rossa, dovrà quindi aspettare un anno per inseguire la tanto agognata medaglia d’oro olimpica.

“Di solito, il sogno di qualsiasi tennista è quello di raggiungere la Top 100 del ranking mondiale, così da giocare negli stadi più importanti al mondo. Quando raggiungi questo obiettivo, pensi che sia normale giocare sul Centrale davanti a 15.000 persone” – ha dichiarato il 20 volte campione Slam in una recente intervista.

“A volte, non ci rendiamo conto di quanto siamo privilegiati. Io non l’ho mai dimenticato. Mi sono goduto ogni momento e continuo a cercare di sfruttarlo al massimo” – ha aggiunto Federer, che quest’anno aveva nel mirino il trittico Wimbledon-Olimpiadi-US Open.

A questo punto, è verosimile ipotizzare che l’ex numero 1 del mondo decida di giocare anche nel 2021 prima di salutare tutti.