Piatti: "Jannik Sinner preferisce guardare Federer-Nadal che andare al cinema"


by   |  LETTURE 4902
Piatti: "Jannik Sinner preferisce guardare Federer-Nadal che andare al cinema"

Jannik Sinner è da molti considerato il prospetto più luminoso del tennis mondiale, addirittura il futuro numero 1 del circuito maschile. Il suo coach Riccardo Piatti è consapevole che il suo pupillo dovrà fare i conti con un notevole carico di pressione, quindi lo ha sempre messo in guardia sugli step da seguire per diventare grande.

“L’ho visto per la prima volta quando aveva 12 anni in un torneo a Milano dove perse 6-1 6-2. Era un giocatore diverso, stava cercando di cambiare alcune cose. Aveva un atteggiamento vincente, non stava solo cercando di tirare sopra la rete.

La sua personalità è più forte ora e potrei parlare di tennis con lui per sei ore, lo adora. Non è mai distratto, preferisce guardare una partita tra Roger Federer e Rafael Nadal che andare al cinema” – ha raccontato Piatti ai microfoni dell’ATP.

Il tecnico comasco considera Sinner un ragazzo speciale: “Ricordo di averlo visto perdere 6-1 6-0 in alcuni tornei, ma il giorno dopo è sempre tornato all’Accademia e si è allenato con lo stesso atteggiamento di prima.

Quando ha iniziato a battere giocatori di livello superiore, non è stata una vera sorpresa. Quando ha vinto il suo primo Challenger a Bergamo, gli ho detto: ‘Non essere sorpreso, il livello dell’avversario era inferiore, tu eri più forte.

Ora dobbiamo trovare rivali più forti.’ L’obiettivo era affrontare giocatori più esperti per essere in grado di trovare soluzioni. Volevo fargli capire che ai giocatori più navigati non importava di lui”.

Lo scoppio dell’emergenza Coronavirus ha influenzato anche la preparazione di Jannik: “È tornato dagli Stati Uniti lo scorso venerdì, da allora ha lavorato una volta al mattino e una il pomeriggio.

Quando la situazione si stabilizzerà un po’, andremo da Montecarlo alla nostra Accademia. Abbiamo deciso che non giocheremo a tennis per una settimana o dieci giorni, poiché non sappiamo quando inizieranno i tornei” – ha chiarito Piatti.

Secondo quest’ultimo, l’evoluzione di Sinner non è ancora completata: “L’altro giorno un medico ha fatto uno studio su di lui e si prevede che crescerà circa altri quattro centimetri. Quando avrà 22 o 23 anni sarà pronto per competere nei tornei più importanti”.