Medvedev: "Il mio idolo? Né Roger Federer né Rafael Nadal"


by   |  LETTURE 5465
Medvedev: "Il mio idolo? Né Roger Federer né Rafael Nadal"

Daniil Medvedev è stata la più grande rivelazione della scorsa stagione, dove ha conquistato due Masters 1000 e ha sfiorato il suo primo trionfo Slam cedendo al quinto set a Rafael Nadal in finale agli US Open.

Nel corso di una recente intervista a Tennis Magazin, il giovane russo ha parlato dei suoi idoli di infanzia: “Come per molti tennisti russi, Evgeniy Kafelnikov era un mito, ma non l’ho mai visto giocare. Il mio preferito è sempre stato Marat Safin.

È grazie a lui che ho deciso di diventare un giocatore di tennis. Ho anche seguito da vicino la carriera di Roger Federer e Rafael Nadal”. Il tennista moscovita ha poi spiegato cosa è andato storto alle ATP Finals 2019: “Ricordo ancora quella dolorosa sconfitta contro Rafa, avrei dovuto giocare meglio nei momenti cruciali della partita.

Nonostante tutto è stata un’esperienza positiva, dal momento che partecipare ad un torneo del genere è qualcosa di fantastico. Ho raggiunto le ATP Finals per la prima volta nella mia carriera, è un torneo unico.

Siamo sempre in viaggio, ma Londra è l’unico torneo dove i tennisti non si annoiano mai. Lavorerò sodo per tornare lì”. Medvedev ha già dei progetti per quando finirà la sua carriera: “Vorrei intraprendere una carriera nella finanza, ma non escludo di diventare un coach di tennis o un giocatore di scacchi. Desidero anche mettere su famiglia”.