Roger Federer: “Fondamentale nella vita avere un’educazione scolastica”


by   |  LETTURE 1926
Roger Federer: “Fondamentale nella vita avere un’educazione scolastica”

E’ passata poco più di una settimana dall’incontro di tennis con il pubblico più vasto mai registrato nella storia: si tratta della sfida tra Roger Federer e Rafael Nadal, andata in scena a Città del Capo lo scorso 7 febbraio, con 52 mila persone ad assistervi.

Organizzata dalla Roger Federer Foundation, la partita ha contribuito a raccogliere la bellezza di 3 milioni e mezzo di dollari da destinare alla formazione scolastica dei bambini africani, una causa che da sempre sta al cuore dello svizzero.

“E’ venuto tutto da me”, ha confessato Roger. “Ho sempre saputo che avrei voluto fare qualcosa con i bambini. Non parlo di un dottorato, ma di un incontro diretto con loro. Inoltre, la sofferenza fisica mi colpisce davvero tanto.

E’ per questo che ho deciso di rivolgermi all’educazione scolastica. Assieme alla salute, la formazione scolastica è una delle cose più importanti della vita”. Federer è quindi tornato a parlare della sua carriera da studente, quando – da bambino – non era certo quell’esempio di calma e compostezza che dimostra oggi in campo: “Ero mediocre, direi.

Ma ci ho sempre provato molto duramente. Certe volte mi stancavo un po’ a stare semplicemente seduto e ad ascoltare. Gli insegnanti hanno dovuto utilizzare tutti i loro trucchi motivazionali per farmi continuare”.

La Roger Federer Foundation è nata nel 2003 e ad oggi opera in Svizzera, Zambia, Botswana, Namibia, Sud Africa, Malawi e Zimbabwe.