Roger Federer: "Jannik Sinner colpisce dritto e rovescio allo stesso modo"


by   |  LETTURE 10958
Roger Federer: "Jannik Sinner colpisce dritto e rovescio allo stesso modo"

Da Melbourne - La scelta di Roger Federer di rinunciare all’ATP Cup e di esordire direttamente agli Australian Open aveva destato più di qualche preoccupazione. Ci ha pensato il campionissimo svizzero a fugare ogni dubbio sbarazzandosi senza problemi di Steve Johnson sotto le luci della Rod Laver Arena.

Per il fenomeno di Basilea si tratta della 22ma partecipazione consecutiva all’Happy Slam, un record assoluto davanti al padrone di casa Lleyton Hewitt. Durante la conferenza stampa post-match, il 20 volte campione Slam è stato interrogato sul potenziale del nostro Jannik Sinner, con il quale si era allenato anche agli ultimi Internazionali BNL d’Italia.

“Non lo conosco molto bene ad essere sincero. Mi sono allenato con lui un paio di volte e quello che mi è piaciuto è che ha la stessa velocità di palla sia con il dritto che con il rovescio. Ha un’ottima mobilità di piedi in relazione alla sua altezza e gioca bene sia all’aperto che al chiuso, il che è un grande vantaggio per il suo futuro.

Penso che sia un bravissimo ragazzo” – ha risposto l’ex numero 1 del mondo. Federer si è presentato a Melbourne con tanti allenamenti sulle gambe ma zero partite ufficiali: “Quando vinci o arrivi in fondo, acquisisci fiducia e tutto va bene.

Il problema sopraggiunge quando devi giocare numerosi match e non hai fatto abbastanza allenamenti. Cerchi solo di vincere senza preoccuparti troppo del tuo livello di gioco. In Australia è fantastico se giochi bene, ma se le cose non vanno bene non è un dramma per il resto della stagione.

Credo sia molto peggio se le cose peggiorano in seguito e non hai la giusta dose di allenamenti. Mi piace fare una serie più lunga di allenamenti un paio di volte l’anno, perché sono convinto che aiuti il mio gioco”. Al secondo turno Roger se la vedrà con Krajinovic o Halys.